Covid, La Rocca: "A Palermo 275 casi su 100mila abitanti. Primi contagi tra vaccinati" :ilSicilia.it
Banner Ortopedia Ferranti
Palermo

Sale la curva epidemiologica da Coronavirus

Covid, La Rocca: “A Palermo 275 casi su 100mila abitanti. Primi contagi tra vaccinati”

di
14 Aprile 2021

Questa mattina, si è riunita la VI Commissione legislativa Salute, Servizi Sociali e Sanitari dell’Assemblea regionale siciliana.

La presidenza dell’Ars ha accolto la nostra richiesta. In questo momento di grande caos c’è bisogno di chiarezza e trasparenza e i cittadini devono rendersi conto di quello che sta succedendo veramente”, hanno detto i deputati regionali del M5S e membri della Commissione Salute, Salvatore Siragusa, Francesco Cappello, Antonio De Luca e Giorgio Pasqua.

La seduta in programma ha evidenziato l’analisi della tematica legata alla gestione dell’emergenza sanitaria da Coronavirus e la discussione all’ordine del giorno ha riguardato, nello specifico, i dati Covid-19, con particolare riferimento alle zone rosse istituite nella provincia di Palermo e di Messina a Barcellona Pozzo di Gotto.

Mario La Rocca, dirigente generale del dipartimento regionale per la pianificazione strategica e dirigente generale ad interim del dipartimento regionale delle attività sanitarie e dell’osservatorio epidemiologico, ha esposto in Commissione Sanità lo scenario pandemico in Sicilia.

“A Palermo c’era una evidente escalation dei contagi, in particolare per la diffusione delle varianti, più aggressive. Abbiamo i primi casi di virus in soggetti già vaccinati. Ecco perché è stata adottata la zona rossa in tutta la provincia. Se non fossimo intervenuti su Palermo, avremmo rischiato di far diventare ‘rossa’ tutta la Sicilia”, ha spiegato La Rocca.

Quando il governo Musumeci ha firmato l’ordinanza per la ‘zona rossa’ a Palermo, e poi anche nella provincia, il dato era di 209 contagi su 100 mila abitanti, ma avevamo la percezione di una maggiore diffusione delle varianti e registravamo pure la pressione sugli ospedali. Quel dato ora è consolidato: l’incidenza è di 275 casi su 100 mila abitanti”.

All’intervento del deputato M5s Salvatore Siragusa, che nel corso della seduta in Commissione ha invitato il governo a una informazione più puntuale, il dirigente Mario La Rocca ha risposto:

Andare dietro alla comunicazione giornaliera sui numeri del Covid, che nessuno ha la possibilità di consolidare, ha fatto sì che si creasse un clima di sfiducia nelle istituzioni. Una cosa è il dato in base al quale vengono fatte le scelte, appunto quello consolidato e caricato in piattaforma, una cosa è il dato giornaliero”.

Dunque, la curva epidemiologica  ha registrato nell’Isola un importante incremento dei casi di positività al coronavirus. Incidenza raddoppiata se si pensa alle nuove varianti Sars-Cov2  circolanti nel territorio.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Deco