Covid, la situazione in Sicilia: 64,9 positivi su 100mila abitanti :ilSicilia.it

i dati

Covid, la situazione in Sicilia: 64,9 positivi su 100mila abitanti

di
23 Luglio 2021

La Sicilia con le nuove regole schiva il giallo ma la situazione sui contagi covid nell’isola non è rosea. Negli ultimi sette giorni i casi positivi quotidiani sono balzati dai 383 di 7 giorni fa ai 484 di oggi (nei giorni scorsi i casi positivi quotidiani hanno superato i 500). E la regione, che ha 64,9 contagi su 100mila abitanti, è tra le quattro che nel periodo tra il 16 e il 22 luglio hanno superato la soglia dei 50 casi per 100mila abitanti e che quindi, se non fosse stato previsto l’aggiornamento dei parametri nel nuovo decreto, sarebbero finite in zona gialla dalla prossima settimana.

Le ospedalizzazioni per Covid-19 in Sicilia in area medica sono al 5,2% mentre in terapia intensiva (nuovo indicatore) sono al 3,3% secondo la bozza di monitoraggio settimanale dell’Iss- Ministero della Salute sull’andamento dei contagi da Covid-19 ora all’esame della cabina di regia. Anche la situazione dei vaccini in Sicilia non brilla. La regione è in coda alla classifica dei vaccinati. Secondo la fondazione Gimbe la popolazione che ha completato il ciclo vaccinale è pari 44,4% a cui aggiungere un ulteriore 11% solo con prima dose e la Sicilia è ultima tra le regioni (dopo di essa solo la provincia autonoma di Bolzano).

I siciliani over 80 che hanno completato il ciclo vaccinale è pari a 79,1% a cui aggiungere un ulteriore 4,2% solo con prima dose (regione è penultima in Italia). La popolazione 70-79 anni che ha completato il ciclo vaccinale è pari a 72,6% a cui aggiungere un ulteriore 8,3% solo con prima dose (Sicilia è ultima). La popolazione 60-69 anni che ha completato il ciclo vaccinale è pari a 64,2% a cui aggiungere un ulteriore 11,2% solo con prima dose (Sicilia ultima). La popolazione over 60 che non ha ricevuto nessuna dose di vaccino è pari a 21% (media Italia 12% e Sicilia prima per non vaccinati).

Il presidente della Regione martedì ha firmato un’ordinanza che stabilisce il tampone obbligatorio anche per chi arriva in Sicilia da Francia, Grecia e Paesi Bassi o per chi vi ha soggiornato nei 14 giorni precedenti. Le stesse misure di prevenzione anti Covid sono gia’ previste per chi proviene da Spagna, Portogallo e Malta. Sempre Musumeci, nella settimana, ha dichiarato “zone rosse” Caltabellotta, Favara e Gela. A Marsala è stata registrata la prima vittima con variante Delta del Covid. Aveva fatto una sola dose di vaccino.

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

L’epoca dell’ansia

Accusano i giovani di non buttarsi e di aver sempre più paura: siamo sicuri che sia soltanto colpa loro? Non sempre, infatti, le cose sono come sembrano...

Blog

di Renzo Botindari

Sei sempre tu “uomo del mio tempo”

E si, ci sono periodi e questi sono quelli delle mutazioni genetiche, i più fortunati stanno afferrando le scialuppe di salvataggio e qualcuno ha pure fatto fuoco su gli altri fuggitivi pur di avere un posto, gli altri provano a rifarsi una verginità

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Dagli sceneggiati alle serie TV

Mi sono avvicinato alla serialità televisiva negli anni 70, quando esisteva solo la Rai che trasmetteva con grande successo di ascolti, quelli che a quei tempi venivano chiamati sceneggiati tv
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin