Covid, nuovi vaccini a base di proteine: lo studio clinico :ilSicilia.it

il fatto

Covid, nuovi vaccini a base di proteine: lo studio clinico

di
27 Novembre 2021

Stanno per essere autorizzati nuovi vaccini anti-Covid a base di proteine, prodotti da Novavax e da altre aziende farmaceutiche.  I vaccini proteici contro il Coronavirus non sono ancora in uso – eccetto che in Indonesia – ma hanno dimostrato negli studi clinici di essere capaci di indurre una forte protezione, con meno effetti collaterali di altri vaccini somministrati per debellare il virus.

Potrebbero rivelarsi un’alternativa importante per coloro che vogliono sicurezza ma hanno paura degli effetti collaterali e delle tecnologie relativamente nuove dei vaccini a mRNA o a vettore virale.

I vaccini a base di proteine, infatti, sono stati usati per decenni per tutelarsi dalle infezioni virali (anti epatite, anti influenza…), capaci di generare una risposta immunitaria utilizzano proteine del virus, insieme a coadiuvanti che stimolano l’immunità, invece di un frammento di codice genetico che le cellule devono “leggere” per produrre le stesse proteine.

Il vaccino Novavax ha completato all’inizio dell’anno uno studio su 30.000 persone, dimostrando di offrire una protezione maggiore del 90% contro i sintomi del Covid-19. Dati di efficacia sono disponibili anche per il cinese Clover (un vaccino efficace al 67% verso i sintomi del COVID causato da ceppi più virulenti delle varianti Delta e Mu), mentre Sanofi e GSK stanno conducendo una sperimentazione di fase III per un altro vaccino a base di proteine che coinvolge migliaia di partecipanti in Africa, Asia e America Latina.

Nessuno dei circa 50 vaccini a base di proteine, ora in fase di test clinici in tutto il mondo, ha causato effetti collaterali importanti. Anche molte delle reazioni tipicamente causate dai vaccini a mRNA o a vettore virale (mal di testa, febbre, nausea e brividi) si sono dimostrate molto meno frequenti con i vaccini proteici . Il profilo di sicurezza sembra essere molto simile a quello dei vaccini antinfluenzali, e questo potrà convincere gli scettici a sottoporsi alla vaccinazione.

Inoltre, la strategia mix-and-match – cioè cambiare tipo di vaccino dopo le prime due dosi – è stata collaudata e gli studi hanno dimostrato che anche quando viene somministrato un vaccino diverso dopo il primo, l’efficacia nel prevenire la malattia non cambia.

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

VaffanCovid

A te che vuoi toglierci tutte le speranze ed i progetti sul futuro, a te che pretendi di non darci nessuna tregua, un sincero ed accorato... VaffanCovid!

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin