Covid, Razza: "Con la patente vaccinale si rischia l'incostituzionalità" :ilSicilia.it

la dichiarazione dell'assessore

Covid, Razza: “Con la patente vaccinale si rischia l’incostituzionalità”

di
26 Febbraio 2021

Non sembra suscitare entusiasmo all’interno del Governo regionale siciliano l’ipotesi di una patente vaccinale lanciata ieri nel corso del Consiglio europeo ma bisogna correre per vaccinare quanta più gente possibile, anche ipotizzando un centro di produzione di vaccini in Sicilia. Ipotesi, questa, avanzata al Mise.

Lo dice all’Italpress l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza.

Bisogna capire cosa farne di una patente vaccinale – spiega -, servirebbero numeri molto alti. Vuole dire che solo con questa posso viaggiare? Allora inciderebbe sui diritti di chi non vuole vaccinarsi o ancora non lo può fare. E sarebbe incostituzionale“.

Piuttosto, Razza punta ad avere quante più possibili dosi di vaccino e convincere la popolazione a sottoporsi alla somministrazione “in maniera da potere raggiungere al più presto l’immunità territoriale“.

Da quello che è accaduto sinora nell’Isola, continua, “i siciliani hanno voglia di vaccinarsi e quando le dosi saranno disponibili per tutti avremmo una bassissima quota di no-vax. Qualcosa di simile è accaduto nel comparto sanitario dove quasi la totalità del personale si è vaccinata, una cosa che non è mai accaduta neanche con il semplice vaccino antinfluenzale”.

Intanto la campagna nell’Isola prosegue. Ieri sono state inoculate 11 mila dosi di vaccino.

“La popolazione vaccinata cresce giorno dopo giorno – aggiunge Razza -, ma se avessimo la materia prima andremmo più veloce“.

Tra le ipotesi in campo in questi giorni anche la possibilità di seguire il modello inglese annullando le scorte per la seconda dose e vaccinando, almeno con una somministrazione, quante più persone possibili.

Questo lo devono decidere l’Aifa e il Ministero della Salute, noi ci adegueremo di conseguenza“, spiega ancora l’assessore Razza, che aggiunge “il presidente Musumeci candiderà al Mise un sito siciliano come luogo di produzione“.

Si tratta dell’Università di Palermo che dispone di un bireattore necessario per la composizione del vaccino.

Parliamo però- dice-di un progetto di mesi“.

Mentre, sulla possibilità di acquistare “in proprio” i vaccini, bypassando il sistema nazionale Razza spiega come “c’è una indicazione nazionale che va in senso opposto rispetto a questo“.

Il Presidente del Consiglio ha assunto su di sé una leadership molto forte in tema vaccinale in ambito Ue e spero che la sua caparbietà ci conduca ad una situazione di maggiore favore“, conclude l’Assessore regionale alla Salute.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin