Covid: risultati positivi nei test di fase 1 del vaccino per i gatti :ilSicilia.it

ideato da italiani e testato negli stati

Covid: risultati positivi nei test di fase 1 del vaccino per i gatti

di
14 Aprile 2021

Ha dato un risultato positivo la sperimentazione di fase 1 del vaccino anti Covid-19 per i gatti, realizzato dall’azienda italiana Evvivax e testato negli Stati Uniti in collaborazione con l’azienda americana Applied DNA Sciences.

In tutti gli animali trattati abbiamo osservato la formazione di anticorpi neutralizzanti dopo una singola somministrazione di un DNA sintetico lineare e a fine aprile potremo vedere i risultati della seconda iniezione“, ha detto  Luigi Aurisicchio, amministratore delegato e direttore scientifico delle aziende biotech Takis ed Evvivax.

E’ un risultato – ha proseguito – molto positivo, che valida la tecnologia alla base del vaccino. Il disegno molecolare è lo stesso messo a punto dalla Takis per il vaccino destinato all’uomo e in fase di sperimentazione con un’altra azienda italiana, la Rottapharm Biotech”. Il risultato ottenuto nei gatti “è la prima vera dimostrazione di principio che un vaccino genetico contro il virus SarsCoV2 basato sulla tecnica sull’elettroporazione del DNA stimola risposta immunitaria “, ha osservato Aurisicchio riferendosi alla tecnica che consiste nell’iniettare nel muscolo la dose del vaccino, seguita un brevissimo impulso elettrico che facilita l’ingresso del vaccino nelle cellule per attivare il sistema immunitario.

Si sperimenta un vaccino anti Covid nei gatti alla luce sia dei casi di contagio fra gatti e uomini finora osservati, sia dei casi di contagio con le varianti emergenti osservati nei gatti e in altre specie animali, tra cui i topi: “vale a dire che si potrebbe generare un serbatoio naturale, indipendentemente dai progressi della vaccinazione nell’uomo”.

Il prossimo passo sarà misurare gli anticorpi generati nei gatti dopo il richiamo e si prevede inoltre di sperimentare il vaccino sui visoni, nei quali il virus Sars-CoV2 si diffonde molto facilmente, al punto di avere causato epidemie che hanno portato all’abbattimento di molti animali negli allevamenti.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Quella celestiale melodia in “LA”

Il presenzialismo non finalizzato ad alcuna crescita è una opportunità sprecata, ecco perché trovo piacere di ospitare chi sappia apprezzare il valore del “regalo”.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin