Covid, Roccamena a rischio focolaio: il sindaco chiude le scuole :ilSicilia.it
Palermo

l'annuncio del sindaco

Covid, Roccamena a rischio focolaio: il sindaco chiude le scuole

di
17 Gennaio 2021

A Roccamena si teme un maxi focolaio Covid. A darne l’annuncio è lo stesso il sindaco Giuseppe Palmeri che, nel piccolo centro del Palermitano, ha disposto la chiusura delle scuole per contenere l’emergenza sanitaria in corso.

“Purtroppo salgono a 9 i contagi da Covid-19 nel nostro comune – scrive su Facebook il sindaco -. Tra questi, anche il nostro medico di base. La rete dei contatti con i positivi è molto vasta e sta diventando complicata la tracciabilità. Pertanto da sindaco vi chiedo, con il cuore in mano, di segnalare alle autorità preposte se avete avuto o se siete a conoscenza di eventuali contatti con i soggetti positivi a tutela e per il bene di tutta la comunità”.

“Rischiamo un focolaio, vi prego siate responsabili e aiutatemi a circoscrivere la situazione epidemiologica il prima possibile. Evitate inoltre di uscire di casa se non per comprovate esigenze di necessità. Sono consapevole di chiedervi ancora una volta un ulteriore sacrificio ma solo insieme possiamo farcela“, conclude.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Vaccini, basta chiacchiere!

La consueta girandola dei colori delle regioni italiane colpisce ancora. Sembra di guardare dentro un caleidoscopio nel quale le forme ed i colori cambiano ad ogni movimento dell’oggetto

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin