Covid, Ugl: "Riaprire le scuole solo in sicurezza e certezza sul Trasporto Pubblico Locale" :ilSicilia.it

la dichiarazione

Covid, Ugl: “Riaprire le scuole solo in sicurezza e certezza sul Trasporto Pubblico Locale”

di
5 Gennaio 2021

Non ci sono le condizioni per aprire le scuole perché andrebbero fatti i tamponi a tutto il personale scolastico ed agli autisti del TPL che, settore strategico che al momento non è in grado di soddisfare il fabbisogno dei ragazzi che devono spostarsi per tornare a scuola“.

A dichiararlo Giuseppe Messina, Segretario Ugl Sicilia e Giuseppe Scannella, Segretario regionale Ugl Autoferro.

I sindacati non sono a conoscenza di come partiranno le attività scolastiche – aggiungono – visto che non sono stati coinvolti per capire se ci sono le condizioni per avviare il servizio pubblico di trasporto per gli alunni in sicurezza”.

L’Ugl con una lettera inviata il 29 dicembre scorso ed indirizzata a tutti gli assessori competenti – precisano Messina e Scannella aveva lanciato il grido d’allarme sul fatto che esistono forti criticità nelle aziende del TPL che non possono organizzare la propria attività

“Per il blocco del 50 per cento nell’erogazione del servizio, per mancanza di vetture, per le strutture che non sono adeguate a fornire la giusta risposta all’emergenza pandemica e chiedeva un incontro per affrontare il problema della ripresa della scuola, per fare un lavoro soddisfacente ed utile ai i lavoratori, gli alunni e le famiglie” specificano poi.

Prendiamo atto che ad oggi il governo regionale non ha ritenuto opportuno fare un tavolo con i responsabili di settore delle Organizzazioni sindacali rappresentative per affrontare tutte le tematiche che riguardano scuola e traposto pubblico locale” sottolineano.

Due settori che devono andare insieme perché non si può parlare di orari diversificati se anche le aziende del Tpl non sono organizzate in tal senso con le doppie linee per rispondere a più turni di ingresso e uscita da scuola”.

Le criticità restano in piedi e siamo pronti a contribuire alle possibili soluzioni per un avvio delle attività scolastiche in sicurezza e certezza – chiariscono i due sindacalisti – con un trasporto pubblico rispondente alle nuove richieste di doppio turno e con mezzi sufficienti”.

Tenuto conto che  l’assessore all’istruzione Lagalla è persona attenta alle problematiche scolastiche –  concludono – ci meraviglia come in un momento così delicato per l’emergenza pandemica non abbia ritenuto sentire le categorie sindacali“.

Reiteriamo la disponibilità ad incontrarci per un confronto risolutivo per la ripresa delle attività scolastiche in sicurezza e con le necessarie certezze in merito alla disponibilità dei mezzi per organizzare il servizio di trasporto urbano ed extraurbano per garantire i collegamenti agli studenti”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.