Crisi Cmc, a rischio tre grandi opere in Sicilia: "Intervenga Toninelli" :ilSicilia.it

preoccupazione dei sindacati

Crisi Cmc, a rischio tre grandi opere in Sicilia: “Intervenga Toninelli”

di
9 Gennaio 2019

I sindacati degli edili di Cgil, Cisl e Uil Sicilia chiedono al ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, di “costituire immediatamente un tavolo tecnico sulla grave crisi di Cmc.

Toninelli al cantiere SS640
Toninelli al cantiere SS640

“La cooperativa di Ravenna – affermano Francesco De Martino (Feneal Uil), Paolo D’Anca (Filca Cisl) e Francesco Tarantino (Fillea Cgil) – sta seguendo i tre piu’ importanti appalti nell’isola: quello della SS640 Agrigento-Caltanissetta, della SS121 Palermo-Agrigento (tratto Bolognetta-Lercara Friddi) e della Metropolitana di Catania, svolto da Cmc per conto della Ferrovia Circumetnea.

Le attuali vicende aziendali mettono in serio pericolo il completamento di queste opere e rischiano di creare un ennesimo disastro occupazionale”. Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil hanno incontrato i rappresentanti dell’Anas in Sicilia, ribadendo la necessità di “portare a compimento i lavori, salvaguardando i posti di lavoro”. 

Intanto oggi l’assemblea dei lavoratori edili impegnati sulla Bolognetta-Lercara ha proclamato lo stato di agitazione a partire da lunedì. Un ritorno al lavoro amaro per i 130 operai al lavoro sull’asse della Palermo-Agrigento, rientrati in cantiere dopo il periodo di ferie obbligare per una ripresa operativa sempre più a scartamento ridotto: mancano materiali e approvvigionamenti e il lavoro non procede.

Toninelli a Vicari
Toninelli a Vicari

All’assemblea, i segretari di Feneal, Filca Fillea, che ieri hanno incontrato i vertici Anas chiedendo il proseguimento dell’opera, hanno confermato le difficoltà che pesano sulla gestione del cantiere e sulla continuità lavorativa. “La crisi della Cmc sta provocando una situazione di stallo – puntano il dito i segretari provinciali di Fenal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil Ignazio Baudo, Filippo Ancona e Francesco Piastra –  Non arrivano più indicazioni. Stamattina abbiamo incontrato la direzione del cantiere e non c’è stata fornita notizia alcuna né sul pagamento delle mensilità arretrate né sul rientro a regime dei cantiere”.

Uno stato di incertezza di fronte al quale i sindacati reagiscono chiedendo alla Cmc di Ravenna e all’altro socio di riferimento, il consorzio Integra, azionista della Bolognetta Scpa, di battere un colpo. “Si assumano le responsabilità. L’ingovernabilità del cantiere, oltre alle difficoltà operativa e al mancato rispetto dei diritti dei lavoratori, genera un rischio per la viabilità. Questa strada è insicura  – aggiungono Baudo, Ancona e Piastra – E la tensione tra i lavoratori è alle stelle, si sfiora la disperazione. Da lunedì, insieme allo stato di agitazione, saranno  sospesi la reperibilità e i turni di straordinario e non verrà garantita l’assistenza stradale”.

lavoratori bolognetta lercaraLunedì, in assenza di risposte da parte del presidente della cooperativa Cmc e dal presidente del consorzio Integra, i sindacati decideranno se intensificare le azioni di protesta.

La situazione che si profila in Sicilia, con il disimpegno per la realizzazione di importanti infrastrutture da parte di una compagine societaria con più di 113 anni di storia, è grave. Constatiamo con rammarico che non arrivano nemmeno segnali di confronto e di dialogo. Rispetto al ruolo della cooperativa e al peso che ha nel movimento cooperativistico non ci saremmo aspettati un atteggiamento così insensibile – aggiungono i tre segretari palermitani  di Feneal, Filca e Fillea – E’ fondamentale, come hanno chiesto oggi i sindacati regionali degli edili, e nei giorni scorsi il prefetto di Palermo,  che si attivi subito  un tavolo tecnico. Richiamiamo al senso di responsabilità tutte le istituzioni e il ministero delle Infrastrutture Toninelli che, nella sua ultima discesa a Palermo, aveva assunto impegni precisi in merito ma non è più intervenuto”.

 

LEGGI ANCHE:

Bolognetta Lercara: i lavoratori chiedono garanzie. A rischio 170 posti | Video

Cantieri infiniti, ultimatum della Regione al Mise: “Cacci la Cmc dalla Sicilia”

Blitz sulla Agrigento-Caltanissetta: cantieri deserti. L’Ance: “Musumeci intervenga”

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il Presidente con le carte in regola

In una fase di scadimento della Politica ricordare Pier Santi Mattarella è come una boccata di ossigeno, un riconoscere che vi è stata, e quindi è possibile, una politica ispirata al bene comune, al buon governo e al progresso della propria terra

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin