Crisi di Governo, Papatheu (Forza Italia): "Deriva pauperista con il M5S. Professionisti del dilettantismo politico" :ilSicilia.it

monito della senatrice di Fi sul governo M5S-PD

Crisi di Governo, Papatheu (Forza Italia): “Deriva pauperista con il M5S. Professionisti del dilettantismo politico”

24 Agosto 2019

Il probabile governo Pd-M5S è l’ennesimo schiaffo alla democrazia. L’incompetenza e l’arroganza del M5S, sommata ai disastri che il Pd ha già fatto, rischiano di far precipitare il Paese nel baratro di una crisi stavolta irreversibile”. Lo afferma la senatrice Urania Papatheu, esponente siciliana di Forza Italia. 

“Le elezioni del 4 marzo 2018 – spiega Papatheu – hanno sancito in modo inequivocabile la vittoria del centrodestra e invece per la seconda volta nell’arco di un anno al governo stanno per andare a forze politiche, come il M5S che si ripropone e il Pd che ritorna, che perseguono una deriva pauperista e giustizialista e hanno prodotto crescita zero, povertà sociale, crisi delle imprese e di tutti i comparti produttivi”.

“Forza Italia auspica una soluzione alla crisi che tenga conto della volontà sovrana degli italiani e che non rimetta nuovamente il Paese nelle mani del Movimento Cinque Stelle”, evidenzia Papatheu, che non risparmia un duro affondo contro i grillini: “Siamo di fronte a dei professionisti del dilettantismo politico che nella loro alleanza con la Lega si sono dimostrati inadeguati e incapaci a guidare il Paese. I Cinque Stelle hanno saputo soltanto dire “No”, bloccando lo sviluppo, le grandi opere e le infrastrutture. Hanno paralizzato l’Italia e umiliato il Sud con l’inutile assistenzialismo del reddito di cittadinanza che è servito solo ad illudere gli elettori ed intercettare il loro voto”.

I disastri del M5S – conclude Papatheu costringeranno ora i cittadini a pagare 27 miliardi per disinnescare l’aumento Iva. Ci affidiamo al buon senso e alla saggezza di Mattarella per scongiurare un governo Di Maio-Grillo-Renzi-Boschi-Zingaretti-Boldrini, un’ammucchiata che rischia di diventare letale per le speranze di rilancio dell’Italia”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“C’è un Uomo Solo al Comando”

Atteso quanto diceva il buon Bracardi quando asseriva che “l’uomo è una bestia”, nella sua bestialità questi sbaglia sempre allo stesso modo, pertanto, la memoria non deve essere soltanto rancorosa, ma deve servire per capire e andare avanti per non commettere gli stessi errori. Il perdono è un'altra cosa.