Crisi e pandemia, l'appello di associazioni e sindacati alla Regione: "Politica trovi misure urgenti" :ilSicilia.it

nasce un Coordinamento permanente tra le Associazioni

Crisi e pandemia, l’appello di associazioni e sindacati alla Regione: “Politica trovi misure urgenti”

di
17 Marzo 2021

Coordinamento permanente delle associazioni datoriali e delle organizzazioni sindacali della Regione Sicilia: Confindustria Sicilia, Confcooperative, Legacoop, Confartigianato, Cna, Confcommercio, Confesercenti, Casartigiani, Cgil e Uil Sicilia scrivono un appello per sensibilizzare la politica regionale a prendere opportuni provvedimenti per risollevare l’Isola dalla crisi economica accentuata dalla pandemia.

«Le sottoscritte organizzazioni datoriali e sindacali della Regione Sicilia, visto il perdurare della crisi economica e sociale, intensificatasi con l’emergenza della pandemia da Covid-19, preso atto che né il governo nazionale né tantomeno il governo regionale stanno ponendo in atto, ad oggi, misure adeguate sia per contrastare gli effetti negativi sulle imprese, sulle famiglie e sui lavoratori, sia per rilanciare adeguati programmi di sviluppo economico, finanziario e sociale, hanno deciso di dar vita ad un Coordinamento permanente tra le rispettive Associazioni al fine di costruire proposte comuni da sottoporre sia al governo regionale che alle proprie organizzazioni nazionali. I rappresentanti del Coordinamento regionale nel ritenere che lo sviluppo del sistema Paese Italia non può prescindere dallo sviluppo del suo Mezzogiorno e della Sicilia sottolineano come sia necessario un cambio di passo importante nell’elaborazione delle strategie politiche ed economiche volte sia a valorizzare le risorse presenti nella Regione Sicilia, facendone un volano di sviluppo, sia ad eliminare i tanti gap infrastrutturali esistente con il resto di Italia.

associazioni di categoria e sindacatiEnergia, turismo, cultura, risorse umane, politiche sociali, lavoro – sottolineano  sono temi che necessitano di un atto serio di responsabilità da parte di tutti e le sottoscritte organizzazioni intendono essere parte attiva nel ridisegnare il futuro economico e sociale della Sicilia volendo essere interlocutori privilegiati delle Istituzioni alle quali chiedono in prima battuta di porre la dovuta attenzione al ruolo dei corpi intermedi. 

Non è assolutamente accettabile che il futuro dei siciliani, a partire dalla declinazione delle risorse del Recovery plan, al piano vaccinale, al Next Generation Eu, venga nei fatti deciso senza il giusto coinvolgimento delle Parti sociali, sindacali e datoriali. Il Coordinamento neocostituito ha l’obiettivo di fare massa critica e far sentire unitariamente e con maggiore enfasi la propria voce. Il Coordinamento che oggi vede la partecipazione delle sottoscritte Associazioni è comunque aperto a quanti delle organizzazioni regionali intendessero essere costruttori di un nuovo ruolo e partecipazione alla vita economica e sociale della Sicilia».

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.