Esercizio provvisorio di potere all'Ars. Crocetta molla la presa | ilSicilia.it :ilSicilia.it

Il presidente dell'Ars, Giovanni Ardizzone ha convinto Crocetta

Esercizio provvisorio di potere all’Ars. Crocetta molla la presa

di
21 Dicembre 2016

Come non detto. Addio manovra finanziaria. Crocetta alla fine desiste. Domani il Governatore riunirà la giunta per l’approvazione dell’esercizio provvisorio. Il colpo di scena, alla fine di una lunga giornata, scandita da fitte riunioni a Palazzo dei Normanni. Il presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone, ha convinto Crocetta a fare marcia indietro spiegandogli che ormai non ci sarebbe stato più il tempo di far approvare i documenti finanziari che il Governatore aveva parzialmente trasmesso nella giornata di ieri. I colloqui tra il Governatore e il presidente dell’Ars sono stati continui, con Crocetta che per ben due volte è salito alla Torre Pisana. Da quanto si apprende gli uffici dell’Assemblea avrebbero rassicurato Crocetta che, anche con l’esercizio provvisorio, è possibile – con una norma collegata – salvaguardare i precari degli Enti locali (circa 20 mila) i cui contratti scadono il 31 dicembre.

Da settimane Baccei aveva preparato l’esercizio provvisorio ma Crocetta aveva insistito affinchè si approvasse la finanziaria, inserendo diverse norme, ma le tempistiche ed il clima politico avrebbero reso complicato l’iter e l’elaborazione della manovra sarebbe stata fortemente in dubbio. Irretendo il Pd, ma sopratutto i renziani, Crocetta e i suoi avevano avuto avuto l’idea di accendere i motori del Megafono proprio alla vigilia dell’approvazione e anche questo avrebbe creato non pochi problemi. Gettato alle ortiche il lavoro degli uffici di ragioneria che, in fretta e furia, avevano preparato le tabelle da noi pubblicate in esclusiva.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin