20 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 13.15
Categoria

Cronaca

dopo i disordini ad agrigento

Carceri in Sicilia, Apprendi: “Sono delle bombe innescate”

"Appena 4 giorni fa abbiamo denunciato ciò  che  era avvenuto  in alcune carceri italiane, come un campanello d'allarme per la Sicilia. Non ci siamo sbagliati, purtroppo", a parlare è Pino Apprendi, presidente di Antigone Sicilia.
Nuovi elementi per le indagini

Depistaggio strage Borsellino, spunta un nuovo video

C'è anche un video 8 mm, marca Sony, con su scritto 'Pianosa', tra le cassette su cui sono stati eseguiti gli accertamenti al Racis dei Carabinieri, contenenti le intercettazioni dell'ex pentito Vincenzo Scarantino.
Le condizioni dello scrittore restano critiche

Camilleri ancora grave. I medici: “Non è cosciente”

"Le condizioni sono stazionarie ma permangono critiche. La prognosi è riservata, il paziente non è cosciente". Lo ha detto Roberto Ricci, direttore del Dea dell'ospedale Santo Spirito, leggendo il bollettino medico sulle condizioni dello scrittore Andrea Camilleri ricoverato ieri.
Lo sfogo su facebook

Diabete, in Sicilia niente sensori, giornalista palermitano denuncia: “Smetterò di curarmi”

"Caro presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, scrivo queste poche righe pieno di paura per ciò che sta accadendo ai diabetici siciliani, in special modo ai diabetici di tipo 1, come me, che hanno in dotazione il microinfusore. La nostra unica speranza si chiama insulina. La nostra vita è legata all'insulina", è quanto denuncia su Facebook il giornalista palermitano Salvo Ricco.
LiberiNobili
di Laura Valenti

I lupi si travestono da nonne innocue

Il termine pedofilia (dal greco pais, fanciullo, e philìa, amore) dovrebbe significare una predisposizione naturale dell'adulto verso il fanciullo. Attenzioni che, in apparenza, sembrano dettate da amore e dedizione, possono, in realtà, mascherare un'inquietante e distruttiva perversione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.