Cucina, il "matarocco" tra i piatti del ferragosto siciliano :ilSicilia.it

Tipico del Trapanese

Cucina, il “matarocco” tra i piatti del ferragosto siciliano

di
15 Agosto 2021

Da giorni viviamo un’ondata di caldo eccezionale che ci porta a preferire i cosiddetti piatti freddi, cioè pietanze precotte oppure che non hanno bisogno addirittura di cottura, facili da cucinare ed economiche.

Un piatto del genere è l’ideale per ferragosto. Tra svariate tipologie di insalate e paste fredde, la tradizione siciliana ne è  davvero ricca. Da evidenziare una spiccata propensione per i piatti di terra rispetto a quelli di mare, forse anche per l’usanza diffusa di festeggiare il ferragosto con una gita fuoriporta.

Per esempio nel Trapanese, a Marsala in particolare, in queste giornate di arsura, è abitudine preparare il matarocco, un piatto di tradizione contadina, molto comune nelle cucine casalinghe, che non si trova con facilità servito nei ristoranti. Sembra che il nome derivi da  quello di una delle cento contrade marsalesi.

Si tratta, in sostanza, di una sorta di insalata fatta con pomodori maturi, tagliati a pezzi non troppo piccoli, conditi con aglio, basilico e abbondante olio extra vergine di oliva. E’ un piatto definito ‘povero’, che nasce nella civiltà contadina per combattere il caldo con un piatto freddo e, soprattutto, per consumare il pane raffermo, “companatico” per eccellenza del matarocco.

Per chi volesse cimentarsi nella sua preparazione, si precisa che l’aglio deve essere pestato in un mortaio di legno, il basilico va tritato possibilmente insieme all’aglio e, alla fine, si aggiunge in maniera abbondante l’olio. Poi un pizzico di sale e, per chi lo preferisce, pepe oppure anche pecorino grattugiato. Si mescola tutto per bene e si lascia riposare per quindici minuti. E’ importante il cosiddetto ammogghiu che ne fuoriesce.  Aggiungendo a piacimento un po’ d’acqua, si può intingere il pane, gustandolo come se fosse un piatto unico.

Se si taglia il pomodoro in maniera più sottile, si può usare il matarocco come condimento per le bruschette oppure per la pasta asciutta.

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin