13 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.21
Palermo

REGIA DI ANGELO BUTERA

Cultura, a Castelbuono debutta lo spettacolo “I giorni di Giuda”

16 Luglio 2019

Sabato 20 luglio alle ore 21,30 al Chiostro di San Francesco, a Castelbuono, andrà in scena la prima dello spettacolo “I Giorni di Giuda- Intervista Marziana“. La performance, nata da un’idea del regista Angelo Butera, si basa sulla suggestiva idea di poter incontrare il Giudice Paolo Borsellino e chiedergli ancora una volta il suo pensiero su varie tematiche.

Francesco Vitale
Francesco Vitale

L’intervista Marziana, così come è stata ribattezzata dal regista, sarà condotta dal giornalista del TG2, Francesco Vitale, mentre ad impersonare il giudice Borsellino sarà l’attore Alessio Vassallo.  L’intervista metterà in risalto l’uomo, il padre, il marito, il ragazzo e l’uomo di Stato che rappresentava la figura di Paolo Borsellino. Alla redazione dei testi dell’intervista ha collaborato anche Manfredi Borsellino.

L’ingresso all’evento è gratuito, fino ad esaurimento posti.

 

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Palermo dai Capelli Rossi

Non sono qui oggi a parlarvi della prostituzione, non voglio mettere al centro dell’attenzione storie di novelle “bocca di rose” poiché il discorso sarebbe troppo complesso... Parlo di Palermo e dei suoi look diversi...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Non aprite quella pentola…

Vi sono diverse variabili che interferiscono con la comunicazione fra individui. Il livello di intimità raggiunto e il linguaggio del rifiuto utilizzato possono contribuire alla percezione distorta dei fatti e alla creazione di pregiudizi ed equivoci. Tutto dà voce a quei pensieri che sono fuori dalla consapevolezza.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.