Cultura: riqualificazione per 5 milioni tra Agrigento, Catania, Modica, Ragusa e Siracusa :ilSicilia.it

Cultura: riqualificazione per 5 milioni tra Agrigento, Catania, Modica, Ragusa e Siracusa

di
8 Maggio 2021

Un passo avanti nella procedura di realizzazione di sette importanti interventi di riqualificazione e valorizzazione di beni culturali per oltre 5 milioni e trecentomila euro, autorizzati nell’ambito di Agenda Urbana. Il Dipartimento dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana sta, infatti, notificando in queste ore ai sindaci dei comuni interessati la graduatoria definitiva per le opere che verranno finanziate con fondi comunitari PO FESR Sicilia 2014/2020, Azione 6.7.1 e 6.7.2. Adesso saranno i sindaci a dover predisporre gli atti necessari e sottoscrivere la convenzione che regola i rapporti con la Regione, necessaria a dare corso alle procedure esecutive.

Si tratta di interventi di riqualificazione – sottolinea l’assessore dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà – strategici alla realizzazione di una rete regionale dei beni culturali, intorno ai quali sarà possibile costruire importanti azioni di riqualificazione del territorio e di valorizzazione del patrimonio culturale. I progetti finanziati dall’Agenda Urbana rientrano, infatti, nella filosofia di un processo di complessivo miglioramento dell’offerta culturale dal momento che interessano opere destinate alla salvaguardia, riqualificazione e migliore fruizione del complessivo patrimonio immobiliare storico regionale”.

Le opere finanziate riguardano, in particolare la riqualificazione e valorizzazione della Latomia dei Cappuccini a Siracusa con opere che interessano il recupero e la riconfigurazione del Teatro Grande e del Teatro Piccolo che vengono finanziati con 600 mila euro; si tratta di due diverse architetture che riflettono modi differenti di concepire e vivere il teatro. Il Teatro Greco (Teatro Grande), chiaro esempio di architettura interamente scavata nella roccia, è sede delle rappresentazioni e degli spettacoli classici, mentre il Teatro Comunale (Teatro Piccolo), realizzato nel 1872 costituisce il teatro-monumento della città.
Ulteriori 300 mila euro saranno destinati al ripristino storico e ambientale dei sistemi idraulici della Latomia dei Cappuccini.

All’Autorità Urbana di Catania-Acireale andranno 990 mila euro per un progetto denominato # aroundCatania, che riguarda l’informatizzazione degli itinerari di valorizzazione dell’interland, con particolare riguardo alla Riserva Naturale della Timpa, per favorire una maggiore conoscenza e fruizione dell’ambiente circostante la città di Catania.

All”autorità di Ragusa-Modica arriverà un milione e centomila euro per opere di ristrutturazione del Castello di Donnafugata e di 650 mila euro per la riqualificazione dell’area di accesso al Palazzo dei Mercedari e al Sagrato del Santuario della Madonna delle Grazie, edificio che ospita attualmente la Biblioteca Comunale, il Museo Civico e il Museo Ibleo delle Arti e Tradizioni Popolari.

Per l’Autorità Urbana di Agrigento, gli interventi di tutela, valorizzazione e fruizione del patrimonio culturale finanziati ammontano a un milione e 400 mila euro su due progetti: il restauro dell’edificio ex Collegio dei Padri Filippini comprensivo dell’allestimento, all’interno degli stessi locali, del Museo della Città, dove sarà narrata la storia di Agrigento, dalla sua fondazione a oggi; un tentativo di restituire alla memoria il complesso e ricco patrimonio della città che spesso viene solo ricordata in relazione alla sua area archeologica. Il nuovo museo sarà allestito con tecnologie all’avanguardia, comprendenti anche prodotti di realtà aumentata, sale immersive, oltre alla creazione di un archivio digitale del patrimonio materiale e immateriale della città di Agrigento e della Valle dei Templi.

Agenda Urbana è uno strumento di programmazione comunitaria, che interessa i poli metropolitani dell’Isola e le aggregazioni di comuni che superano i 100 mila abitanti, destinato a favorire lo sviluppo urbano per l’ammodernamento delle strutture, l’informatizzazione e la sostenibilità ambientale, attraverso il finanziamento di progetti che aiutino a far fronte alle nuove sfide economiche, ambientali, demografiche e sociali delle aree urbane.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin