Cultura: si chiude il sipario per il teatro Lelio di Palermo :ilSicilia.it
Palermo

la decisione

Cultura: si chiude il sipario per il teatro Lelio di Palermo

di
29 Luglio 2021

La città di Palermo perde un pezzo di cultura: si chiude per sempre il sipario del Teatro Lelio, dopo 30 anni di intensa attività artistica.

Simona Pandolfo ha preso la triste decisione, non per di propria volontà, ma a causa delle sfortunate circostanze che hanno impedito il proseguo delle attività culturali di un luogo che ha rappresentato il simbolo dell’arte, sin dal 1990.

Complice la pandemia che ha colpito pesantemente tutti i settori della cultura, ma anche la scomparsa del padre di Simona, Vincenzo. L’ultimo spettacolo risale al 27 febbraio del 2020, e ad aprile dello steso anno, l’evento luttuoso, preceduto dalla scomparsa della madre e del fratello nel 2017.

Negli ultimi mesi la Pandolfo aveva cercato di salvare, almeno, il museo allestito nel 2019 dallo stesso Vincenzo Pandolfo nel foyer del Teatro Lelio, che esponeva i pupi siciliani e i carretti, tentando  di interloquire con l’assessorato alle Culture del capoluogo siciliano, ma la soluzione non è arrivata.

Il progetto è stato poi realizzato a Castelbuono, con allestimenti nell’ex Convento di San Francesco, il “Museo dei pupi e del carretto di scuola palermitana Vincenzo Pandolfo”, in memoria del padre, anche se Simona avrebbe voluto che fosse stata Palermo a possedere questo importante patrimonio culturale.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

L’epoca dell’ansia

Accusano i giovani di non buttarsi e di aver sempre più paura: siamo sicuri che sia soltanto colpa loro? Non sempre, infatti, le cose sono come sembrano...

Blog

di Renzo Botindari

Sei sempre tu “uomo del mio tempo”

E si, ci sono periodi e questi sono quelli delle mutazioni genetiche, i più fortunati stanno afferrando le scialuppe di salvataggio e qualcuno ha pure fatto fuoco su gli altri fuggitivi pur di avere un posto, gli altri provano a rifarsi una verginità

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Dagli sceneggiati alle serie TV

Mi sono avvicinato alla serialità televisiva negli anni 70, quando esisteva solo la Rai che trasmetteva con grande successo di ascolti, quelli che a quei tempi venivano chiamati sceneggiati tv
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin