Dà fuoco alla riserva naturale: arrestato piromane nel Palermitano :ilSicilia.it
Palermo

incendio in zona protetta

Dà fuoco alla riserva naturale: arrestato piromane nel Palermitano

di
25 Settembre 2020

Per arginare il fenomeno degli incendi divampati sul territorio nei giorni scorsi i Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo hanno incrementato i controlli sul territorio.

I carabinieri hanno arrestato un piromane sorpreso in flagranza accusato di avere dato fuoco alla riserva naturale orientata “Serre di Ciminna”.

L’uomo S.R. di 61 anni è stato bloccato dai militari insieme al personale di vigilanza della Città Metropolitana con in mano un accendino con il quale avrebbe provocato poco prima un incendio su un’area protetta di riserva, zona B, di circa 2 ettari.

Le fiamme si sono spente autonomamente senza l’intervento dei Vigili del Fuoco e non sono stati rilevati danni a cose o persone.

Il 61enne è stato portato nella sua abitazione agli arresti domiciliari in attesa della convalida dell’arresto con rito direttissimo.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

La parola ‘dieta’

Dieta è un termine di origine greca che vuol dire appunto “stile di vita” intesa come abitudini alimentari corrette supportate da un’adeguata attività fisica
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.