"Da Roncisvalle a Roncisvalle": al Teatrino di Cuticchio le immagini del viaggio | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

Venerdì 21 alle 18

“Da Roncisvalle a Roncisvalle”: al Teatrino di Cuticchio le immagini del viaggio | VIDEO

di
21 Dicembre 2018

Guarda il video in alto 

Un racconto per immagini del viaggio di Mimmo Cuticchio con la sua “carovana di pace” che è partita dalla Sicilia e si è inerpicata sui Pirenei, raggiungendo la mitica piana di Roncisvalle.

Un percorso in tre tappe, tra giugno e luglio, Palermo, Roma, Roncisvalle, che è stato documentato e narrato da chi ha deciso di seguire il puparo e cuntista, ovvero una troupe dell’Università La Sapienza di Roma nell’ambito del progetto “Per fare il teatro che ho sognato”, curato dal Dipartimento di Storia, Antropologia, Religioni, Arte e Spettacolo.

Venerdì 21 dicembre, alle 18, al Teatrino di via Bara all’Olivella, sarà presentato il racconto video che è nato dall’esperienza.

Artisti, marionettisti, Pulcinella, cantastorie hanno invaso i paesini al di qua e al di là dei Pirenei, fermandosi per offrire spettacoli al pubblico, per poi ritrovarsi nella nebbia a Saint Jean Pied de Port sul sentiero che porta verso Ibañeta, al confine tra Francia e Spagna.

La carovana laica, con in testa il pupo Orlando, ha raggiunto il luogo in cui leggenda vuole che sia avvenuta la tremenda disfatta dei paladini. E lì Mimmo Cuticchio ha presentato il suo cunto de “La morte di Orlando”, immerso in una nebbia lattiginosa che rendeva tutto come immerso in un sogno.

Un’opera visuale, un diario di viaggio che, attraverso immagini, suoni e parole, restituisce le gesta dei pupi e il racconto della disfatta dei paladini rievocata nei luoghi del mito da Mimmo Cuticchio; scorrono come una pellicola, le voci di tutti i narratori che si sono avvicendati lungo il percorso, da Palermo a Puerto de Ibañeta.

Sabato e domenica (22 e 23 dicembre), invece, sempre nel Teatrino, alle 18,30 proseguono gli spettacoli di Opera dei Pupi del cartellone “Da Roncisvalle a Roncisvalle”: stavolta tocca ad uno degli episodi più amati della Chanson, quell’“Ultimo tradimento di Gano”.

Gano di Magonza, padrino di Orlando, si allea per vendetta con re Marsilio contro Carlo Magno. Sarà lui ad organizzare l’agguato di Roncisvalle in cui moriranno Orlando e i Paladini. L’ultima battaglia sarà invece il cuore dell’ultimo appuntamento del cartellone, “La morte di Orlando” (in programma il 29 e 30 dicembre).

La compagnia di Opera dei pupi è formata da Mimmo e Giacomo Cuticchio, Tania Giordano, Giuseppe Airò; al piano a cilindro Provvidenza Padalino (biglietto: 10/5 euro). Giovedì 27 dicembre, infine, Salvino Calatabiano si dedicherà a “Rinaldo pellegrino” (ingresso libero).

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Il Gatto Obeso e le ZTL

Il gatto obeso e sazio non avrà mai stimoli a sforzarsi per andare a cercare i topi. Quindi non ho aspettative da “nuovi soldati”, sono siciliano e vivo a Palermo e dietro a nuovi volti mi farò la domanda più importante: “a cu appartieni?”
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.