Da Tunisi a Palermo con il tabacco di contrabbando nascosto nell'auto: una denuncia | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

Mega sequestro della guardia di finanza

Da Tunisi a Palermo con il tabacco di contrabbando nascosto nell’auto: una denuncia | VIDEO

di
27 Ottobre 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

I Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Palermo, unitamente ai funzionari del locale Ufficio delle Dogane, nel corso di attività ispettiva svolta presso la cosiddetta area “Extra – Schengen” del locale porto, riservata ai controlli di persone, veicoli e merci provenienti dall’estero, hanno sequestrato 5 Kg di tabacchi lavorati esteri di contrabbando nei confronti di un cittadino italiano appena sbarcato dalla nave “Catania” proveniente da Tunisi.

In particolare, all’atto del controllo i Finanzieri, insospettiti dal comportamento del passeggero, decidevano di approfondire le ricerche all’interno del veicolo a bordo del quale lo stesso viaggiava procedendo ad un’ accurata ispezione che consentiva di ritrovare 10 involucri contenenti tabacco (da 500 gr. ciascuno) della marca “Mazaya”, abilmente occultati all’interno del filtro dell’aria del motore, per un totale di Kg. 5 di tabacchi lavorati esteri introdotti nel territorio nazionale in contrabbando, prontamente sequestrati.

I militari operanti, dopo aver accertato che a carico del soggetto gravavano altre contestazioni della specie, denunciavano il trasgressore alla locale A.G. per contrabbando, in ragione della reiterazione dell’illecito. L’attività di servizio si inquadra nell’ambito della costante azione di controllo economico del territorio assicurata dalla Guardia di Finanza e dall’Agenzia delle Dogane a contrasto dei traffici illeciti che, attraverso gli spazi doganali, interessano il territorio nazionale.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin