Dai frassini di Castelbuono nascono giocattoli e design per l’infanzia: ecco il brand Adidì :ilSicilia.it
Palermo

Il laboratorio di design

Dai frassini di Castelbuono nascono giocattoli e design per l’infanzia: ecco il brand Adidì

di
25 Luglio 2018

ADIDì è un gioco di parole arcaico che rimanda al linguaggio lessicale siciliano. Con questa parola gli adulti si rivolgevano ai bambini con il duplice risultato di catturare la loro attenzione e proiettarli in una dimensione fantastica. Allo stesso modo la produzione di ADIDì è una continua ricerca e un continuo passaggio dalla realtà alla fantasia.

ADIDì è il progetto nato all’interno dello studio di architettura di Francesca Mazzola, a Castelbuono, con lo scopo di creare spazi ed ambienti per bambini.

adidìUn progetto nato quasi per caso. “Dopo la nascita di un nipotino, ci siamo chiesti in famiglia cosa regalare” – racconta Francesca, trentenne, figlia di un ingegnere e di un architetto, sposata tanto per gradire con un architetto – “Un giocattolo, risposta quasi ovvia. Ok, ma perché non costruirlo noi?”. Da quel primo cavallino a dondolo sono nati molti altri pezzi, rigorosamente fatti a mano: non solo giochi ma anche arredi per l’infanzia, con un’attenzione “professionale” e al tempo stesso appassionata alle misure, agli spazi e alle esigenze dei piccoli.

Sviluppato come un vero e proprio laboratorio, ADIDì si occupa non soltanto della progettazione ma anche della realizzazione di oggetti e giochi fatti a mano, arredi e complementi per l’infanzia, valorizzando materiali e saperi della tradizione locale.

“Il materiale principale utilizzato è il legno, in particolare il frassino e l’ulivo, caratteristici delle campagne di Castelbuono dove ha sede il laboratorio – continua Mazzola – La scelta di queste tipologie di essenze nasce dalla volontà di promuoverne la conoscenza e radicare la nostra attività al territorio.”

ADIDì, oltre alle linee di arredo e complementi per l’infanzia, che includono la cartotecnica artistica, offre servizi specialistici come la progettazione di ambienti ed elementi su misura. Tutti i prodotti sono realizzabili in diversi colori e personalizzabili on demand, in base alle esigenze.

adidìLa scelta di focalizzare l’attenzione sul bambino e sull’ambiente all’interno del quale vive, cresce e gioca, nasce dalla convinzione che questi elementi contribuiscano alla crescita sana, allo sviluppo delle sue capacità e della sua autonomia.

Alla base della progettazione di ogni elemento ci sono principi della pedagogia Montessori, basata sull’indipendenza, sulla libertà di scelta e nel rispetto per il naturale sviluppo fisico, pedagogico e sociale del bambino.

Per questo motivo particolare attenzione viene posta agli ambienti in cui il bambino vive, in modo tale che siano ordinati e proporzionati alle sue forze, privi di pericoli e forniti di tutte quelle attività che gli permettono di sperimentare le sue capacità ed abilità. È attraverso la possibilità di agire all’interno di un ambiente che offre interessanti occasioni di attività, che il bambino sviluppa la propria intelligenza e specifiche capacità.

Anche la progettazione dei giocattoli Adidì è basata su questi principi, combinando sempre la dimensione ludica e pedagogica per il bambino con la qualità del design, alla sua dimensione estetica nell’ambiente circostante.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Outlander e i viaggi nel tempo

Anche questa volta lo spunto per scegliere l argomento del nuovo articolo me lo ha dato una serie che sto seguendo in questo periodo con interesse crescente  : "Outlander". Sei  stagioni tutte presenti su Sky,  una serie di cui avevo sentito parlare e che più volte mi era stata

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro