Dal fiume Oreto a Monte Pellegrino, 700mila euro per i tesori verdi di Palermo :ilSicilia.it
Palermo

Approvata la proposta in consiglio comunale

Dal fiume Oreto a Monte Pellegrino, 700mila euro per i tesori verdi di Palermo

di
18 Dicembre 2018

Dal fiume Oreto a Monte Pellegrino, fino ai giardini storici di Palermo: 700 mila euro dalla tassa di soggiorno potranno essere destinati alla cura e valorizzazione dei tesori naturali della città. Il consiglio comunale ha infatti approvato all’unanimità la proposta della sesta commissione, promossa dai consiglieri Igor Gelarda, Ottavio Zacco, Alessandro Anello e Francesco Scarpinato, di destinare alla riqualificazione dei beni ambientali palermitani il 20 per cento della tassa di soggiorno. Un importo che vale 700 mila euro l’anno.

Igor Gelarda
Igor Gelarda

Avevo preso l’impegno con i palermitani di presentare questo ordine del giorno in occasione dell’assemblea pubblica del comitato Salviamo l’Oreto tenuta lo scorso marzo – dice Igor Gelarda, capogruppo della Lega a Sala delle Lapidi affiancato da Elio Ficarra, responsabile regionale enti locali del partito guidato dal vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini – e sono orgoglioso di averlo potuto rispettare. Per questo, ringrazio tutti e quaranta i consiglieri. Hanno dimostrato sensibilità e amore per la città”.

La Lega sostiene ogni iniziativa a tutela dei beni ambientali. Per contribuire a riportare il fiume Oreto al suo antico splendore, per esempio, i rappresentanti palermitani del Carroccio si sono mobilitati raccogliendo 1.800 firme nell’ambito di una campagna di sensibilizzazione per il concorso “Luoghi del cuore del Fai”, iniziativa del Fondo per l’ambiente italiano. Intanto, sul sito www.fondoambiente.it, il fume Oreto è primo con 58.281 voti nella classifica parziale del censimento sui luoghi italiani da non dimenticare. La classifica definitiva verrà pubblicata a inizio febbraio 2019.

Palermo è una città straordinaria, con un patrimonio naturalistico da preservare in ogni modo – dice Gelarda – . L’Amministrazione comunale faccia tutti gli sforzi necessari per mantenere in buona salute le aree verdi e i giardini storici che tutto il mondo ci invidia – conclude l’esponente della Lega – premiando così sia il nostro impegno in consiglio comunale, sia l’attaccamento dimostrato in questi mesi da tanti palermitani verso le bellezze ambientali della città”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.