Dalla Regione 50 milioni di euro per gli agricoltori siciliani :ilSicilia.it

NUOVI FONDI IN ARRIVO

Dalla Regione 50 milioni di euro per gli agricoltori siciliani

12 Novembre 2019

Cinquanta milioni di euro messi a favore degli agricoltori siciliani per il ripristino delle terre danneggiate dai virusper lo sviluppo di imprese extra-agricole e per l’innovazione agricola.

Questa è la proposta della Regione Siciliana, tramite l’assessorato dell’Agricoltura, che ha pubblicato tre graduatorie provvisorie nell’ambito del costante lavoro di attuazione del Programma di sviluppo rurale 2014-2020.

nello musumeci«Una consistente boccata d’ossigeno – evidenzia il presidente della Regione Nello Musumeciper i nostri agricoltori, oltre che un ulteriore significativo passo in avanti sul fronte della spesa comunitaria del Psr. Vengono finanziati progetti che, da un lato, possono contribuire allo sviluppo delle aziende agricole dell’Isola, dall’altro ad attutire i danni causati dalle fitopatie».

In particolare, venti milioni di euro, sono destinati al finanziamento di centodieci progetti per incentivare le attività extra agricole, oltre a favorire sia lo sviluppo di piccole imprese e nuovi posti di lavoro che l’erogazione di servizi finalizzati al miglioramento della qualità della vita nei territori rurali.

Poi altri venticinque milioni di euro serviranno per finanziare cinquanta progetti che prevedono forme di cooperazione tra molteplici gruppi operativi, per realizzare innovazioni tecnologiche sul prodotto.

Edy BandieraInfine, quasi cinque milioni di euro, sono destinati al risarcimento degli agricoltori che hanno visto gli agrumeti danneggiati dal virus della “Tristeza degli agrumi”, i frutteti affetti dal “Colpo di fuoco batterico” e dal virus “Sharka”.

Per l’assessore per l’agricoltura, Edy Bandiera: «Si tratta di misure estremamente attese dal comparto agricolo siciliano poiché rivestono carattere d’urgenza, nel caso delle fitopatie che stanno danneggiando sempre più le produzioni, con le conseguenti ricadute negative in termini economici. Ma anche strategico nel caso dell’innovazione e dello sviluppo di tutta una serie di attività collaterali a quelle agricole, per le potenzialità di sviluppo delle aree interne, dell’occupazione e  dell’imprenditoria».

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.