11 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 18.41

l'incantevole evento a cura di TaoArte

Dall’Inferno all’Infinito: alba magica a Taormina con Monica Guerritore

11 Agosto 2019

L’alba del 10 agosto ha accolto una importante cornice di pubblico a Taormina in uno scenario suggestivo quello del Teatro Antico per l’evento Dall’Inferno … all’Infinito, promosso dalla Fondazione Taormina Arte Sicilia, con protagonista assoluta Monica Guerritore.

È stato un risveglio magico, un’alba incantevole che ha visto il cielo buio reso surreale dalla calda iridescenza aprirsi alle prime luci di un giorno che si è affacciato irrompente sulla stupenda baia di Giardini-Naxos e sulla potenza del Vulcano Etna. Sul palco una luminosa Monica Guerritore dentro il buio di una scenografia essenziale ha preso il pubblico per mano e lo ha accompagnato in un viaggio spirituale nell’io interiore.

Una performance essenziale compiuta attraverso le parole di grandi autori, che con forza e passione si sono interrogati sul senso dell’esistenza. Dante, Pasolini, Morante, Valduga, Pavese, Hugo, Valery, Flaubert, un’unica grande anima che ha raccontato le infinite vie della ricerca interiore degli uomini. E poi tutta la forza espressiva di Monica Guerritore e la forza della musica da Wagner a Sakamoto, Barber/Bernstein, Craig Armstrong, Eleny Karaindrou hanno arricchito un’esibizione di forte impatto emotivo.  Nel pubblico c’erano quarantacinque posti occupati per quarantacinque donne uccise barbaramente dai loro mariti, fidanzati o spasimanti dal primo gennaio 2019 ad oggi per non dimenticare.

Monica Guerritore a fine spettacolo ha dedicato la sua ultima interpretazione allo scrittore Sergio Claudio Perroni, leggendo una sua poesia in prosa “Dove avevo la testa”, tratta dal suo penultimo libro “Entro a volte nel tuo sonno”. Applausi e apprezzamenti per Monica Guerritore che è riuscita a leggere l’animo umano nei suoi tormenti, nelle sue passioni, nei suoi più profondi abissi attraverso interpretazioni superbe di parole e testi di altissimi autori, guidando il pubblico dal proprio Inferno interiore per scorgere non solo l’alba del 10 agosto ma anche e soprattutto il proprio Infinito.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Palermo dai Capelli Rossi

Non sono qui oggi a parlarvi della prostituzione, non voglio mettere al centro dell’attenzione storie di novelle “bocca di rose” poiché il discorso sarebbe troppo complesso... Parlo di Palermo e dei suoi look diversi...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Non aprite quella pentola…

Vi sono diverse variabili che interferiscono con la comunicazione fra individui. Il livello di intimità raggiunto e il linguaggio del rifiuto utilizzato possono contribuire alla percezione distorta dei fatti e alla creazione di pregiudizi ed equivoci. Tutto dà voce a quei pensieri che sono fuori dalla consapevolezza.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.