David di Donatello ai registi Grassadonia e Piazza per "Sicilian ghost story" :ilSicilia.it

Per la migliore sceneggiatura non originale

David di Donatello ai registi Grassadonia e Piazza per “Sicilian ghost story”

di
23 Marzo 2018

Il film “Sicilian ghost story”, dei registi siciliani Fabio Grassadonia e Antonio Piazza, porta a casa un David di Donatello, principale riconoscimento di settore, per la migliore sceneggiatura non originale.

Dopo la presentazione ufficiale, lo scorso maggio alla Semaine de la Critique del Festival di Cannes, il film ha riscontrato grande apprezzamento dalla critica soprattutto per le modalità con cui i due registi hanno affrontato un tema delicatissimo.

“Sicilian ghost story” racconta, infatti,  in forma di favola onirica e da un punto di vista inedito, una pagina tragica della storia dell’Isola: il rapimento e l’uccisione, poi, del piccolo Giuseppe Di Matteo.

SicilianGhostStory

Il lavoro che ha portato alla realizzazione del film, con un cast prevalentemente composto da giovanissimi attori, prevedeva un laboratorio di preparazione, articolato in più fasi, che poco per volta li ha condotti dentro la storia e nei luoghi in cui si sono svolte le riprese.

Al loro fianco gli attori Sabine Timoteo, Vincenzo Amato, Filippo Luna e Nino Prester.

La sceneggiatura del film, sostenuto dalla Sicilia Film Commission, ha già ricevuto, lo scorso anno, il prestigioso “Sundance Institute Global Filmmaking Award” al Sundance Film Festival, premio che onora “registi emergenti dalle diverse parti del pianeta che posseggono l’originalità, il talento e la visione per essere celebrati come futuro del cinema mondiale”.

Adesso i registi, molto contenti per il riconoscimento ottenuto, stanno lavorando alla realizzazione di una serie tv per la Rai.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv: tante le novità in arrivo

Terminato o allentato il blocco delle produzioni a causa della pandemia, le nuove stagioni di molte Serie tv (alcune delle quali  attesissime perché conclusive) arriveranno a breve sugli schermi

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin