De Luca: "A Messina occupano abusivamente pure i locali del Comune" :ilSicilia.it
Messina

il sindaco smaschera un commerciante

De Luca: “A Messina occupano abusivamente pure i locali del Comune”

31 Ottobre 2019

“Hai bisogno di un locale? Nessun problema! A Messina si occupano abusivamente i locali del Comune, tanto nessuno parla e nessuno interviene“. A rivelare la singolare vicenda è il sindaco Cateno De Luca, che denuncia l’ennesima scoperta avvenuta nelle scorse ore nella Città dello Stretto e nello specifico il raid di “un furbetto” nei confronti dei vertici di Palazzo Zanca.

“Ieri sera mancava l’acqua nei bagni del Mercato Muricello ed i vari utenti hanno chiesto spiegazioni a me che, da oltre 3 mesi, ne avevo disposto il ripristino: mi sono sentito mortificato. Stanotte ho scoperto che nei locali al piano terra dove erano collocati i serbatoi, un noto commerciante, pochi mesi fa, si è abusivamente impossessato di questi locali utilizzandolo per finalità privatistiche smontando tutto l’impianto di approvvigionamento idrico del mercato”. All’interno del locale comunale c’erano numerose biciclette.

“Oggi abbiamo disposto lo sgombero dei locali – evidenzia De Luca -. Abbiamo denunciato l’autore dell’occupazione abusiva. E’ stato disposto il ripristino in giornata stessa dell’impianto. Tutti sapevano ma nessuno parlava. Così non va! L’ho detto e lo ripeto che con io non ci sto, con me queste cose non saranno più consentite”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.