De Luca avvia "l'operazione dirigenti": "Stiamo già ripulendo i loro cassetti" :ilSicilia.it
Messina

a Messina recupero di somme non dovute

De Luca avvia “l’operazione dirigenti”: “Stiamo già ripulendo i loro cassetti”

di
17 Novembre 2019

Cateno De Luca passa all’azione sulle preannunciata azione di recupero di “somme non dovute” che i dirigenti del Comune di Messina si erano assegnati in bilancio negli anni scorsi e che secondo il il primo cittadino dovranno rientrare ora “sino all’ultimo euro” nel forziere di Palazzo Zanca. Al centro della questione importi riferiti ad indennità di posizione e di risultato. Dalle parole ai fatti, il primo cittadino ha dato avvia nelle scorse ore al suo piano di rientro delle somme.

“Fino a questo momento abbiamo tolto quasi un milioni di euro di risorse assegnate ad inizio anno e non ancora spesi dai dirigenti. Domani proseguiremo”, afferma De Luca che vuole accelerare nel fare chiarezza su questa vicenda. “Lo avevo detto e lo sto facendo: i soldi che rimangono stabilirò io come usarli e non i singoli dirigenti all’insaputa della Giunta comunale”.

Secondo quanto evidenziato da De Luca l’attuale Amministrazione ha accertato che “le risorse non dovute, dal 2010 al 2019, ai dirigenti, ammontano a 4 milioni 135 mila euro, di cui con la delibera dello scorso luglio ha già bloccato 3 milioni 352 mila euro”.

De Luca, insomma, stringe i tempi e prosegue la sua battaglia su “somme che non spettavano ai funzionari e che dovranno essere restituite al bilancio del Comune e ai cittadini di Messina, senza se e senza ma”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.