De Luca: "Il Ministro mi denuncia? Io vado avanti, ci vediamo in tribunale" | VIDEO :ilSicilia.it
Messina

il sindaco di Messina al contrattacco

De Luca: “Il Ministro mi denuncia? Io vado avanti, ci vediamo in tribunale” | VIDEO

di
26 Marzo 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Il Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese ha denunciato Cateno De Luca per “Vilipendio alle Istituzioni” e il sindaco di Messina replica in termini altrettanto duri.

“Signor Ministro, io la denuncia me la prendo e mi difenderò nelle sedi opportune. Io sono stato denunciato per aver scoperchiato delle vergogne di Stato. Voi avete fatto passare dallo Stretto dei mezzi senza adeguati controlli e le prove ci sono. Noi abbiamo verificato e denunciato, per il tramite delle Forze dell’Ordine, 10 persone su 3 macchine che non erano in regola, dopo che erano stati fatti i presunti controlli a Villa San Giovanni, prima dell’imbarco. Le ho chiesto, Ministro, come mai la Renault 4 è arrivata qui dalla Francia e questi artisti di strada ora scorazzano in Sicilia, mentre i siciliani sono barricati in casa”.

“Avremo modo di parlarne in tribunale, signor Ministro. Se questo è un avvertimento, ne prendo atto e vado avanti. Io non mi fermo. Avete anche omesso il 23 marzo, sera, che c’erano delle persone sequestrate a Villa San Giovanni. Non è pensabile che chi sta sopra le nostre teste, possa continuare a dileggiare i comuni, i sindaci e la popolazione. Lei continui a fare il suo, io continuerò a fare il mio. E ci vediamo in tribunale”.

 

 

LEGGI ANCHE:

Coronavirus, il Viminale denuncia il sindaco di Messina Cateno De Luca per vilipendio

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.