De Luca lancia Lo Giudice all'Ars: "Non è schiavo dell'ambizione". E spunta un retroscena :ilSicilia.it
Messina

spunta un retroscena sulla staffetta

De Luca lancia Lo Giudice all’Ars: “Non è schiavo dell’ambizione”. E spunta un retroscena

di
17 Ottobre 2018

Cateno De Luca resta sindaco di Messina e con il ritiro del proposito di dimissioni si prepara a formalizzare invece l’addio all’Assemblea regionale siciliana.

“Danilo Lo Giudice prenderà il posto e saprà svolgere al meglio il compito a cui è chiamato”, evidenzia il primo cittadino di Messina che così commenta l’ingresso all’Ars del primo dei non eletti nella lista Udc-Sicilia Vera, l’attuale sindaco di Santa Teresa di Riva, Danilo Lo Giudice, da sempre “fedelissimo” di De Luca.

Il passaggio del testimone tra De Luca e Lo Giudice potrebbe, comunque, slittare di qualche settimana per un particolare motivo svelato dal sindaco di Messina. “Quando non si è schiavi dell’ambizione, mi viene da dire, pensando a quello che mi ha detto Danilo – racconta De Luca -, Mi ha detto infatti: “Cateno mi fai la cortesia ? Se puoi rimani ancora per qualche mese deputato al parlamento siciliano?”. Io avevo programmato le mie dimissioni per il 5 novembre ma lui ha detto che è papà da pochi giorni ed ha bisogno di tempo per stare con la moglie e il figlio Marco. Va bene Danilo. Vediamo se posso rimanere in carica fino a fine novembre ma non oltre. Mi ha anche ringraziato per questa disponibilità”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

La parola ‘dieta’

Dieta è un termine di origine greca che vuol dire appunto “stile di vita” intesa come abitudini alimentari corrette supportate da un’adeguata attività fisica
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.