23 Aprile 2019 - Ultimo aggiornamento alle 14.02
Messina

spunta un retroscena sulla staffetta

De Luca lancia Lo Giudice all’Ars: “Non è schiavo dell’ambizione”. E spunta un retroscena

17 Ottobre 2018

Cateno De Luca resta sindaco di Messina e con il ritiro del proposito di dimissioni si prepara a formalizzare invece l’addio all’Assemblea regionale siciliana.

“Danilo Lo Giudice prenderà il posto e saprà svolgere al meglio il compito a cui è chiamato”, evidenzia il primo cittadino di Messina che così commenta l’ingresso all’Ars del primo dei non eletti nella lista Udc-Sicilia Vera, l’attuale sindaco di Santa Teresa di Riva, Danilo Lo Giudice, da sempre “fedelissimo” di De Luca.

Il passaggio del testimone tra De Luca e Lo Giudice potrebbe, comunque, slittare di qualche settimana per un particolare motivo svelato dal sindaco di Messina. “Quando non si è schiavi dell’ambizione, mi viene da dire, pensando a quello che mi ha detto Danilo – racconta De Luca -, Mi ha detto infatti: “Cateno mi fai la cortesia ? Se puoi rimani ancora per qualche mese deputato al parlamento siciliano?”. Io avevo programmato le mie dimissioni per il 5 novembre ma lui ha detto che è papà da pochi giorni ed ha bisogno di tempo per stare con la moglie e il figlio Marco. Va bene Danilo. Vediamo se posso rimanere in carica fino a fine novembre ma non oltre. Mi ha anche ringraziato per questa disponibilità”.

Tag: