De Luca: "Messina non è una latrina, multe e pignoramenti per chi sporca" :ilSicilia.it
Messina

monito del sindaco agli "zozzoni"

De Luca: “Messina non è una latrina, multe e pignoramenti per chi sporca”

di
3 Dicembre 2021

E’ scontro senza tregua tra il sindaco di Messina, Cateno De Luca e i cosiddetti “zozzoni” che abbandonano rifiuti per le strade del capoluogo peloritano. L’ennesimo episodio verificatosi in città scatena le ire del primo cittadino, che così rincara la dose del suo attacco ai soggetti che sporcano e lo fa senza mezzi termini: “I porci nel salotto! Non posso che definirli così. Vi sembra normale che alle 21,30 nel salotto buono della città, in via San Filippo Neri, si esca di casa con 4 pesanti sacchi pieni di spazzatura e li si abbandoni sul marciapiede? Queste condotte mi fanno ribrezzo”.

Il sindaco di Messina ha anche pubblicato sulla sua pagina social le immagini del fatto, elaborate dalla Sezione di Polizia Ambientale avvalendosi delle telecamere acquistate dall’ente con il finanziamento PON Metro.

De Luca si rivolge direttamente agli autori di questi gesti sconsiderati: Chi vi autorizza a pensare di potere abbandonare la vostra spazzatura per strada? Chi vi consente di pensare che dobbiamo venire a raccogliere i vostri rifiuti perché voi siete dei porci che insozzano la pubblica via? La volete finire di scambiare la città per una latrina a cielo aperto?. Queste persone riceveranno la multa e l’accertamento sulla Tari. Zozzoni non pensiate di riuscire ad evitare il pagamento dei tributi: con i regolamenti sulla regolarità tributaria e sulla riscossione coattiva se non pagate, vi revochiamo qualsiasi autorizzazione o licenza rilasciata dal Comune (anche il passo carrabile se necessario) e vi pignoriamo qualsiasi cosa per il recupero delle somme”.

Poi l’avvertimento finale di De Luca: “Vi becco ad uno ad uno, finitela di sporcare la città”. 

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

VaffanCovid

A te che vuoi toglierci tutte le speranze ed i progetti sul futuro, a te che pretendi di non darci nessuna tregua, un sincero ed accorato... VaffanCovid!

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin