De Luca: "Perché i messinesi non vogliono nei loro condomini i baraccati?" :ilSicilia.it
Messina

appello del sindaco ai proprietari di immobili

De Luca: “Perché i messinesi non vogliono nei loro condomini i baraccati?”

di
6 Dicembre 2019

“Perché i messinesi non vogliono nei propri condomini le famiglie provenienti dalle baracche?”. A lanciare l’interrogativo, e contestualmente un appello, è il sindaco di Messina, Cateno De Luca, che pone così al centro dell’attenzione le ulteriori difficoltà delle persone disagiate delle periferie del capoluogo nel trovare una nuova (e più degna) collocazione residenziale.

“Abbiamo fatto il punto della situazione sugli alloggi disponibili alla cessione ad Arisme per le famiglie che vivono nelle baracche ed ancora non ci siamo. Abbiamo i soldi per acquistare almeno 300 immobili ma la reale disponibilità è di circa 100. Entro venerdì 13 dicembre faremo il punto definitivo della situazione”.

Quindi ecco l’appello pubblico di De Luca: “Invito i proprietari di immobili a venderli ad Arisme e spero che quello che abbiamo informalmente saputo non corrisponda alla realtà: in qualche condominio stanno creando problemi a dei proprietari che intendono vendere le case ad Arisme. Nel frattempo abbiamo completato le procedure per Case D’Arrigo”.

Per quanto concerne il risanamento in ambito “D”, delle “Case D’Arrigo” è stata pubblicata approvata e pubblicata sul sito istituzionale del Comune alla sezione Arisme, Agenzia per il Risanamento (presieduta dall’avvocato Marcello Scurria), la graduatoria provvisoria dei nuclei familiari residenti all’interno di tale ambito in via Salandra, da risanare ai sensi della L.R. 10/90, degli aventi titolo e degli esclusi all’assegnazione di alloggio. Gli interessati, entro le ore 13 di giovedì 12, potranno produrre memorie o documenti per l’eventuale rettifica di errori. Successivamente, previa approvazione della graduatoria definitiva, si procederà all’assegnazione degli alloggi.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin