22 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.01
Messina

Entro il 23 novembre l'ok finale al piano

De Luca porterà 30 delibere in Consiglio per il Salva Messina: “Ora si salvi chi può”

14 Novembre 2018

La Giunta Comunale del sindaco Cateno De Luca ha concluso l’iter di approvazione delle delibere a supporto della rimodulazione del piano di riequilibrio finanziario in attuazione del progetto Salva Messina. Gli atti sono ora pronti per approdare nella giornata di giovedì in Commissione bilancio, per imprimere un’accelerazione all’esame del Civico consesso. Si va verso il passaggio finale propedeutico alla fase attuativa del provvedimento con il quale l’Amministrazione De Luca punta ad incassare entro il 23 novembre l’ok definitivo al tentativo di risanamento delle casse di Palazzo Zanca.

“Le delibere che sarebbero andate in Consiglio comunale per l’esame ed approvazione erano originariamente 45 – spiega De Luca – ma a seguito del dibattito che ne è scaturito in Consiglio comunale sulla quantità delle delibere da esitare in pochi giorni e delle odierne interlocuzioni con numerosi consiglieri comunali e gruppi consiliari le delibere di Consiglio comunale sono state ridotte a 30 onde evitare un consistente lavoro che possa mettere a repentaglio l’approvazione del piano di riequilibrio entro il 23 novembre. Purtroppo questo accorpamento ha richiesto da parte degli uffici la rielaborazione di numerose proposte di delibere non ancora ultimate e ciò ha causato l’odierno ritardo in commissione bilancio di cui formuliamo le nostre scuse al presidente ed a tutti i componenti”.

La Giunta comunale si riunirà in serata – conclude De Luca – per approvare il testo di queste delibere rielaborate in aggiunta alle 25 delibere già approvate ieri notte. Mi auguro che domani mattina, con grande senso di responsabilità, si possa avviare l’iter approvativo del piano di riequilibrio finanziario in attuazione del progetto Salva Messina”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Ho Rivalutato la Dea Eupalla

Questa settimana i miei contatti sui social mi hanno visto molto partecipe delle vicende legate alla sorte della squadra di calcio della mia città dando l’impressione più di essere un contradaiolo che un pacifico e tranquillo ingegnere che periodicamente si passa il tempo.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.