21 settembre 2018 - Ultimo aggiornamento alle 10.35
caronte manchette
caronte manchette
Messina

Oggi si è svolta l’udienza preliminare

De Luca resta libero: la Cassazione dice no all’arresto del sindaco di Messina

11 luglio 2018

La Suprema Corte di Cassazione ha decretato che Cateno De Luca rimane un uomo libero. Lo ha stabilito in riferimento alla vicenda che aveva visto il sindaco metropolitano di Messina finire ai domiciliari per evasione fiscale lo scorso 8 novembre, a 48 ore di distanza dall’elezione allora a deputato dell’Assemblea Regionale (dove di recente ha lasciato il posto a Danilo Lo Giudice per la sua avvenuta elezione a sindaco di Messina). Il Tribunale della Libertà aveva scarcerato De Luca dodici giorni dopo l’arresto. Nelle scorse ore, a Roma, si è tenuta l’udienza in Cassazione per stabilire se De Luca dovesse o meno tornare ai domiciliari e la Corte ha detto “no” all’arresto.

“La Suprema Corte di Cassazione – ha evidenziato De Luca – ci ha dato nuovamente ragione. Mentre ero in Consiglio comunale a Messina, si stava svolgendo a Roma l’udienza innanzi alla Suprema Corte di Cassazione ed ero in continuo contatto con il professor Carlo Taormina per capire se oggi rischiavo di tornare agli arresti domiciliari per la vicenda riguardante la presunta evasione Fiscale che ha causato il mio arresto dell’8 novembre scorso poi annullato dal Tribunale della Libertà. La Cassazione ha respinto il ricorso della Procura della Repubblica di Messina, confermando l’inesistenza dei presupposti dell’arresto”.

Oggi si è svolta innanzi al Gup – Tribunale di Messina l’udienza preliminare per stabilire se questa storia sarà archiviata oppure si farà un apposito processo per approfondire tutta la vicenda. Si attende l’esito a breve.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La perdita delle certezze

Prima era una delle certezze assolute, la Chiesa è lo stato Vaticano e il Papa, il tutto a Roma. Oggi la fede, tra dogmi e sprechi cos'è? C’è chi si è divertito tutta la vita sposando ideali a convenienza e c’è chi ha tentato di essere coerente...
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.