De Luca: "Sogno la presidenza della Regione". E intanto Salvini lo corteggia... :ilSicilia.it

TEMPO DI RUMORS

De Luca: “Sogno la presidenza della Regione”. E intanto Salvini lo corteggia…

di
6 Luglio 2020

“Il mio sogno? Chiudere la la mia carriera politica da governatore”. Così Cateno De Luca rilancia la sua futura, probabile, sfida per la presidenza della Regione Siciliana.

“Non ho mai nascosto il mio sogno: chiudere la mia carriera politica da governatore. Quando sarà, se tra 5 o 10 anni, non lo so. Come ho detto nelle scorse settimane a Salvini ‘non ho l’età’, non sono a quel punto della vita che mi costringe ad avere la fregola di consegnarmi politicamente a questo o a quel partito”. Lo ha dichiarato all’Adnkronos il sindaco di Messina, tornando a parlare di una sua possibile candidatura a Palazzo d’Orleans e delle ‘simpatie’ non nascoste nei suoi confronti dal leader della Lega, Matteo Salvini.

“Non sono una persona che si fa scegliere dagli altri, gli endorsement non appartengono alla mia cultura – aggiunge De Luca -. Sono stato sempre indipendente come dimostra il fatto che a Messina sono stato eletto contro tutto l’arco costituzionale. So essere di estrema destra e di estrema sinistra perché non credo a queste contrapposizioni. Se ritengo che una cosa sia necessaria la faccio a prescindere dagli schieramenti. Non escludo di candidarmi alla Presidenza della Regione siciliana – conclude De Luca – ma non ho mai amministrato pensando al dopo perché così perdi di vista quello che stai facendo, nel mio caso l’impegno assunto con Messina”.

De Luca, dunque, anche nei mesi del lockdown resosi protagonista sulla scena politica siciliana, non fa mistero della sua ambizione di puntare alla poltrona attualmente occupata dal presidente Nello Musumeci. Si era già candidato alle Regionali Siciliane del 2012, allora sostenuto dalla lista Rivoluzione Siciliana, ottenendo tuttavia solamente l’1,23% dei voti, ma un decennio dopo ora l’attuale sindaco di Messina ritiene di avere i numeri e la forza politica per dire la sua nella corsa alla futura presidenza.  A corteggiare De Luca, a quanto pare, c’è Matteo Salvini che lo vorrebbe nella Lega: i rapporti burrascosi di qualche tempo fa, tra i due, sembrano acqua passata, il sereno è tornato e c’è chi scommette su una possibile intesa tra il primo cittadino di Messina e il leader del Carroccio.

Non si possono, comunque, nemmeno tralasciare i buoni rapporti tra De Luca e Gianfranco Micciché, commissario di Forza Italia in Sicilia e capace di portare anche nelle più recenti tornate di voto il partito di Berlusconi a numeri poi determinanti per l’esito della partita politica regionale. Con l’attuale presidente dell’Ars, De Luca ha stretto un patto politico alle Elezioni Europee del 2019 e ancora adesso i rapporti tra i due sono decisamente ottimi. Tutto è possibile, nulla si può dare per scontato. Per adesso è tempo di rumors e ipotesi di quel che sarà lo scenario futuro: la strada è ancora lunga, intanto “Scateno” si prepara a scendere in campo. 

 

 

LEGGI ANCHE:

De Luca secondo nella classifica dei sindaci: “Non contano gli umori ma il fare”

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Il Gatto Obeso e le ZTL

Il gatto obeso e sazio non avrà mai stimoli a sforzarsi per andare a cercare i topi. Quindi non ho aspettative da “nuovi soldati”, sono siciliano e vivo a Palermo e dietro a nuovi volti mi farò la domanda più importante: “a cu appartieni?”
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.