De Luca stanga i morosi: a Messina pronti 20 mila distacchi e riduzioni d'acqua :ilSicilia.it
Messina

50 squadre in azione da qui a Natale

De Luca stanga i morosi: a Messina pronti 20 mila distacchi e riduzioni d’acqua

15 Ottobre 2019

Insieme all’Amam abbiamo definito l’elenco di oltre 20 mila morosi che subiranno il distacco o la riduzione dell’acqua entro Natale. Leggere certi nomi tra i morosi fa veramente rabbia perché i grandi e blasonati morosi di professione, con evidenti coperture in Amam, nulla c’entrano con lo stato di indigenza”. Così il sindaco di Messina, Cateno De Luca, annuncia una risposta forte di Palazzo Zanca ai morosi dell’acqua, sia nei confronti quindi delle attività economiche che verso le utenze residenziali che risultano non in regola con i pagamenti delle bollette del servizio idrico.

Un’azione muscolare all’orizzonte da parte di De Luca e della sua Amministrazione a fronte di numeri clamorosi riguardanti le morosità sui tributi a Messina. 

“Dalla seconda settimana di novembre – afferma De Luca – saranno operative cinquanta squadre che dovranno effettuare almeno 10 distacchi (attività commerciali o liberi professionisti) o riduzioni di fornitura di acqua (famiglie e condomini) per squadra per un totale di almeno 500 operazioni al giorno. Abbiamo fatto un piano che prevede il distacco o la riduzione di almeno 20 mila utenti prima delle feste natalizie. Ai morosi lancio nuovamente un messaggio: vi consiglio di regolarizzare la vostra posizione immediatamente perché vi costerà di meno e non rimarrete senza acqua per lungo tempo”.

Amam MessinaOgni anno al compare scomparivano circa 80 mila euro di pagamento di acqua. Abbiamo scoperto che le situazioni del compare scompare sono tantissime: fatture mai emesse nei confronti di alcuni imprenditori perché qualcuno non li faceva emettere – continua De Luca -. Ora state attenti compari: ci sto pensando io a tutti voi. Fatele pure le assemblee sindacali, cari colleghi di Amam, ma sapete bene che i responsabili comunque si trovano tra di voi e più vi agitate e più l’agitazione diventa una vera e propria ammissione di colpa. Ringrazio, anzi, i colleghi dell’Amam che stanno contribuendo al risanamento aziendale facendo il loro dovere ed anche quello di qualche collega che rischia di essere mandato a casa perché si ostina a non capire che la pacchia è finita e che il panettone deve comprarselo perché il compare non ne porterà più“.

Poi l’ultima rivelazione al vetriolo del sindaco di Messina: “Lo sapete qual è il debitore più consistente e più moroso dell’Amam? L’Atm. Deve pagare 1.180.000,00 di acqua ad Amam risalenti agli ultimi cinque anni”.

 

LEGGI ANCHE:

Morosi dell’acqua: “Cittadini truffati da amministratori di condominio”

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.