De Luca: "Troppi condomini morosi a Messina, sfratto a chi non paga l'affitto" :ilSicilia.it
Messina

blitz nella palazzine di Bisconte

De Luca: “Troppi condomini morosi a Messina, sfratto a chi non paga l’affitto”

17 Ottobre 2019

Cateno De Luca continua la sua battaglia contro i morosi a Messina. E dopo aver preannunciato per 20 mila utenze l’ecatombe di distacchi e riduzioni del servizio idrico in città che dovrebbe compiersi a partire da novembre per operatori economici e residenti, ora lancia un nuovo messaggio agli abitanti di ogni condominio dove si registrano pendenze verso la casa municipale anche per quanto concerne il canone d’affitto. Nel mirino del primo cittadino di Messina stavolta “la situazione di tutti i condomini di proprietà del comune di Messina o di proprietà dell’Iacp”.

A Bisconte – spiega De Luca – ci sono 189 inquilini. Ho chiesto la lista agli uffici comunali per capire come stanno le cose tra chi paga e chi non paga, e risulta che il 50% non paga. E sono in regola soltanto 45 inquilini mentre altri 45 sono parzialmente in regola. Ribadisco che rispetto al passato noi siamo persone attente e lo saremo sempre di più. Bisogna mettersi in regola al più presto, con acqua, servizi e quant’altro. E’ necessario regolarizzare le posizioni. A Messina ogni condominio è in questa situazione, uno più o uno in meno tutti hanno la stessa problematica di morosità”.

“Siamo presenti per dare risposte anche in termini di sicurezza – aggiunge De Luca -. Il non pagare crea un doppio danno perché per ogni euro che non riscuotiamo ne dobbiamo bloccare un altro di spesa, quindi avviso tutti in modo chiaro. Vale per Bisconte e vale per tutti gli inquilini dei condominii di Messina. Passeremo posto per posto e dopo le azioni di preavviso agiremo per lo sfratto. Le azioni esecutive noi non le annunciamo, le mettiamo in atto direttamente, senza alcuna discussione”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.