De Luca vs Accorinti: salta il "duello" a Messina, l'ex sindaco non si presenta :ilSicilia.it
Messina

il faccia a faccia mancato

De Luca vs Accorinti: salta il “duello” a Messina, l’ex sindaco non si presenta

di
16 Novembre 2019

Cateno De Luca invita Renato Accorinti per un confronto pubblico, ma a Palazzo Zanca l’ex sindaco non c’è. Il faccia a faccia era previsto per oggi nella sede del Comune di Messina ma l’ex sindaco, come già da tempo aveva preannunciato, non si è presentato.

E allora l’attuale primo cittadino va all’attacco: Che vergogna. La giunta Accorinti non si è presentata al confronto con me e la mia Giunta. Da oltre un mese avevamo fissato la data ma evidentemente questi personaggi sono stati paralizzati dalla vergogna e dalla consapevolezza di aver dato il colpo di grazia alla città. Da oggi non risponderemo più alle provocazioni di questi personaggi in cerca di autore perché non hanno alcun titolo a disquisire delle problematiche della città. Nella vita tutti possiamo sbagliare ma non è consentito a nessuno di comportarsi da vigliacchi e da mistificatori”.

“Il confronto – continua De Luca – era stato fissato oltre un mese fa tra l’operato di De Luca e chi lo ha preceduto in questo palazzo, ovvero la Giunta Accorinti che aveva governato Messina dal 2013 al 2018. Accorinti e la sua Giunta sono stati bocciati ma ci hanno attaccati. Al momento di confrontarsi sono spariti, non si sono presentati. Si preparino per le prossime elezioni, per riconquistare la città ma ora abbiano la bontà di tacere e farci lavorare. In questo palazzo c’era malagestio ed in parte ancora c’è, siamo a buon punto con il repulisti. Il sindaco ex sindaco non è presente qui perché non ha mai capito nulla di cosa è successo in quei 5 anni, era impegnato a coltivare la sua ideologia e il suo tentativo di fanatismo istituzionale”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.