Decathlon apre a Trapani il 26 marzo, "sconfitta" per Palermo :ilSicilia.it
Palermo

Le diverse risposte alla crisi economica

Decathlon apre a Trapani il 26 marzo, “sconfitta” per Palermo

di
18 Marzo 2021

Parafrasando una locuzione latina di Tito Livio, “mentre in piena crisi economica a Palermo si discute, a Trapani si aprono attività commerciali”. Potrebbe essere questa la sintesi di una vicenda tanto assurda quanto amara. Da un lato c’è chi, come il Comune di Palermo, decide di chiudere per l’ennesima volta le porte a Decathlon. Dall’altro, vedi il Comune di Trapani, è pronto ad inaugurare il nuovo punto vendita del colosso francese di articoli sportivi.

La prossima apertura è attesa per il 26 marzo. Lo store garantirà 20 posti di lavoro. Al momento si tratta dell’unico punto vendita della Sicilia occidentale che va ad aggiungersi agli altri 4 presenti nella Sicilia orientale.

Palermo insomma resta a guardare. Una pausa di riflessione che potrebbe costare cara al capoluogo siciliano.

Ma dove eravamo rimasti? Per il Comune e il Suap, la storia è piuttosto semplice: il matrimonio con Decathlon “non s’ha da fare”. Poco importa se per il Tar l’ex area della Coca Cola a Tommaso Natale, poteva essere riconvertita.

Nelle zone “D” del Piano regolatore è possibile il cambio di destinazione d’uso di un edificio. L’ex stabilimento classificato come area industriale, può essere trasformato area commerciale. E allora? La sentenza del Tar ha riaperto solo sulla carta la partita perché nei fatti, investimenti milionari e posti di lavoro, al momento parlano solo trapanese.

Una scelta incomprensibile per molti palermitani. E come dargli torto. Al netto del rispetto delle regole del Piano regolatore, il no al colosso francese, è sembrato eccessivo e senza senso. In un momento in cui tutto chiude o è costretto a farlo, è difficile sopportare decisioni simili. La città da tempo chiede interventi anche di riqualificazione in aree industriali come quello dell’ex Coca Cola sostenendo e non ostacolando piani di sviluppo.

E la nuova apertura a Palermo? Dall’azienda hanno chiarito: “Il progetto legato al negozio di Trapani completa la strategia sul territorio siciliano e non si sostituisce ai piani di sviluppo nella città di Palermo, su cui permangono interessi di espansione da parte di Decathlon”.

 

 

LEGGI ANCHE:

Decathlon sceglie Trapani per la Sicilia Occidentale. E assume: le posizioni aperte

Decathlon arriva a Trapani, ma non abbandona l’idea di un punto anche a Palermo

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.