Decreto Sicurezza, a Palermo l'ufficio Anagrafe volta le spalle a Orlando :ilSicilia.it
Palermo

il braccio di ferro

Decreto Sicurezza, l’ufficio Anagrafe volta le spalle a Orlando

di
9 Gennaio 2019

Proseguono le polemiche a Palermo sull’applicazione del Decreto Sicurezza: gli impiegati dell’Ufficio Anagrafe rigettano la direttiva del sindaco Leoluca Orlando e si rifiutano di firmare i documenti per le iscrizioni dei richiedenti asilo e dei migranti in attesa di permesso di soggiorno per motivi umanitari.

Lo rende noto il Giornale di Sicilia che, nell’edizione in edicola oggi, fa il punto sul “braccio di ferro” col ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Negli uffici di viale Lazio i 4 impiegati si starebbero limitando a fissare gli appuntamenti, senza firmare nulla e prendendo tempo. Da parte sua, Orlando – che è ufficiale d’anagrafe – aveva detto che avrebbe firmato lui i certificati per evitare di esporre direttamente i dipendenti, evitando loro denunce per abuso d’ufficio.

I quattro dipendenti comunali, nello loro lettera al capo area Maurizio Pedicone, si dicono preoccupati dalla direttiva del sindaco di violare la legge e di commettere un abuso d’ufficio. Da qui il rifiuto e il sostegno da parte dei sindacati.

La palla finale passa comunque dalle mani della Prefettura che deciderà sull’applicazione del decreto Salvini.

 

LE REPLICA DEL COMUNE:

Il Capo Area Maurizio Pedicone chiarisce che nei giorni scorsi e per un numero limitato di casi, a seguito delle note vicende che hanno determinato incertezza sul piano giuridico e normativo, gli uffici competenti hanno proposto agli utenti un successivo appuntamento personale per la registrazione delle istanze.

“Ovviamente, tanto i cittadini stranieri quanto i cittadini italiani che volessero depositare al protocollo istanze di qualsiasi tipo possono farlo in qualsiasi momento per l’avvio della fase istruttoria che terminerà con accettazione o diniego entro i tempi previsti dalla normativa, previa, ove necessaria, interlocuzione con l’utente interessato.”

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin