19 Marzo 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.54

La nota del sindaco di Ascoli

Decreto sicurezza, Castelli: “All’Anci bocciata la linea di Leoluca Orlando”

10 Gennaio 2019

L’appello dei 400 sindaci ad Antonio Decaro a sostegno del Decreto Sicurezza e per la salvaguardia dell’Anci dalle derive del partito dell’accoglienza ha centrato i propri obiettivi. L’immigrazione è una questione nodale nelle società moderne, in Italia e nel mondo, e puó diventare ‘esplosiva’ per un’associazione come l’Anci che, per definizione, deve tenere insieme quanti – pur rivestendo la carica di Sindaco – si ispirano a visioni politiche alternative. Le recenti dichiarazioni di Leoluca Orlando hanno gettato benzina sul fuoco e grazie all’iniziativa dei 400 si è evitato il peggio“, ad affermarlo in una nota Guido Castelli, sindaco di Ascoli e delegato alla Finanza Locale dell’Anci.

Antonio De Caro ha pienamente condiviso le nostre valutazioni e lo ringraziamo per questo. Parlare del decreto sicurezza come di un provvedimento ‘disumano e criminogeni’ ci allontana dalla verità e dall’opportunità – prosegue – Il decreto sicurezza ha due meriti indiscutibili. Il primo sta nel fatto che lo Stato italiano, dopo anni, finalmente torna a prefiggersi l’obiettivo di governare i flussi migratori e non di subirli come fossero fatalità inevitabili. Il secondo riguarda i comuni che in virtù della nuova formulazione dello SPRAR possono tornare a concentrarsi, su base volontaria, sull’integrazione degli stranieri regolari e non sull’accoglienza dei clandestini“, aggiunge.

Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

Wanted perde un uomo fondamentale

Il 10 marzo del 241 a.C. la battaglia delle Egadi metteva fine alla prima guerra punica cambiando la storia del Mediterraneo con la vittoria dei Romani sui Cartaginesi.