4 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 10.21
Palermo

in via S. Nicola

Degrado a Palermo: abbandono incontrollato di tonnellate di rifiuti allo Zen 2 | Foto

21 Aprile 2019
'
'
'
'
'

 

Guarda la fotogallery in alto

Mattoni, plastica, tubi di vario genere, involucri di materiale edile, cemento, amianto e ancora immense radici di alberi di palme, mobili, elettrodomestici. Questo e molto altro è possibile trovare in via San Nicola nel quartiere Zen 2 a Palermo.

Continua senza sosta, dunque, l’abbandono incontrollato di tonnellate di ogni sorta di rifiuti rivenienti anche da attività di demolizione e ristrutturazione di immobili.

Per evitare il continuo verificarsi di questi ed altri simili episodi delinquenziali si dovrebbe inibire il transito da questa strada, che tra l’alto è diventata impercorribile all’80%, oppure istallare idonee telecamere di controllo” afferma Giovanni Moncada, presidente dell’associazione comitati civici Palermo.

L’Amministrazione pubblica, in ogni sua componente, non può far finta di ignorare tutte le richieste da noi inoltrate. Ha il dovere di intervenire per ripristinare la legalità, da alcuni del tutto sconosciuta” prosegue Moncada.

Questa via, in queste condizioni, non può definirsi una pubblica via per il transito dei cittadini, ne proponiamo la chiusura a tutela della sicurezza e della integrità fisica delle persone” conclude il presidente dell’associazione.

Tag:
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

“Meglio soli…” La Lega primo partito non ha nessuno nei posti di comando

In Sicilia, terra di paradossi, anche la politica non si sottrae a questa "legge di natura". Fra i tanti, quel che colpisce è che la Lega, primo partito italiano, che le europee hanno consacrato - con oltre il 20 per cento dei voti - come seconda forza politica nell'Isola dopo il M5S, non ha alcuna rappresentanza né all'Assemblea regionale siciliana e nemmeno nel governo regionale.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Decidere in quale corteo sfilare

Il 19 Luglio ci rammenterà che cosa significa essere servitore dello Stato anche quando questo sembra dimenticarsi di te. Grande ammirazione per un comandante che fa il suo dovere e va avanti per il suo credo nella sua rotta.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.