Degrado a Palermo, Mineo (FI): "I nostri concittadini meritano condizioni migliori" | Foto :ilSicilia.it
Palermo

La nota del commissario cittadino di Forza Italia

Degrado a Palermo, Mineo (FI): “I nostri concittadini meritano condizioni migliori” | Foto

25 Settembre 2019
'
'
'
'

Guarda la galleria fotografica in alto

Degrado a Palermo, ormai il nome del capoluogo siciliano viene accostato a parole come “rifiuti”, “emergenza rifiuti”, “degrado”, “caos”, “sporcizia”. Dal centro alle periferie continuano le segnalazioni dei palermitani stremati dal vedere una città come Palermo immersa in un mare di rifiuti, ma le iniziative volte a migliorarne la condizione sembrano non essere sufficienti.

A intervenire ancora una volta l’opposizione e in particolare il consigliere comunale Andrea Mineo che in qualità di Commissario Cittadino Forza Italia Palermo ha presentato una nota ufficiale al sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, al vicesindaco Fabio Giambrone e al presidente di Rap, Giuseppe Norata, mettendo in evidenza le persistenti segnalazioni da parte dei cittadini “con la presente si pone all’attenzione delle SS.LL., la situazione di persistente degrado che si può constatare in tutta la città e in special modo nel centro città“, scrive Mineo.

“L’appello lanciato dal direttore de ilSicilia.it Alberto Samonà, che ha invitato i palermitani a svegliarsi – aggiunge l’esponente di Forza Italia – non può che essere condiviso, perchè la condizione di degrado della città è oramai evidente a tutti e occorre reagire. Tutto ciò accade lungo gli assi viari principali, snodo dei più importanti itinerari turistici, primo fra tutti il percorso Arabo Normanno della nostra Palermo. Si Chiede pertanto di adoperarsi mediante azioni forti finalizzate al contrasto del degrado e mirate al ripristino delle condizioni minime di decoro urbano“, aggiunge Mineo.

La nostra città e i nostri concittadini, già vessati da mille problematiche quali: i cantieri infiniti, la crisi economica delle molte attività commerciali e una imposizione fiscale elevatissima, meriterebbero dei servizi pubblici locali in linea con le altre città capoluogo di Regione. Purtroppo spiace constatare che ad oggi così non è“, conclude Andrea Mineo.

LEGGI ANCHE:

Palermo abbia un sussulto di dignità. La città si ribelli al degrado

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.