Denise, il sindaco Mazara: "Chi sa parli. Bene commissione inchiesta" :ilSicilia.it
Trapani

la dichiarazione

Denise, il sindaco Mazara: “Chi sa parli. Bene commissione inchiesta”

di
17 Maggio 2021

“Questa lettera anonima e’ uno dei segnali che noi attendevamo”. Lo dice il sindaco di Mazara del Vallo, Salvatore Quinci, in riferimento ad una missiva ricevuta dai familiari della piccola Denise Pipitone, la bimba sparita il primo settembre 2004, su cui sono ancora in corso le indagini per il ritrovamento.

“In citta’ c’e’ qualcuno che sa qualcosa, che ha sentito qualcosa, anche per interposta persona, dopo 17 anni e’ il momento che l’attesa finisca e queste informazioni trovino qualcuno che li possa ascoltare“, aggiunge il primo cittadino di Mazara del Vallo, che in questi giorni, nel corso di una ‘missione romana’ sulla pesca, ha incontrato alcuni parlamentari, promotori dell’apertura di una Commissione d’inchiesta sulla scomparsa di Denise Pipitone.

“Abbiamo discusso della bozza definitiva che sta per essere presentata alla Camera – continua il sindaco Salvatore Quinci – ho ringraziato per l’interesse nei confronti di questa vicenda che ha dei contorni ancora tutti da definire. Mi auguro che questa iniziativa possa dipanare in maniera definitiva le ombre che in questi giorni stanno emergendo“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Dagli sceneggiati alle serie TV

Mi sono avvicinato alla serialità televisiva negli anni 70, quando esisteva solo la Rai che trasmetteva con grande successo di ascolti, quelli che a quei tempi venivano chiamati sceneggiati tv
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin