Denise Pipitone: domani gip Marsala decide su archiviazione di Anna Corona :ilSicilia.it
Trapani

il fatto

Denise Pipitone: domani gip Marsala decide su archiviazione di Anna Corona

di
22 Novembre 2021

Sarà il gip di Marsala Sara Quittino, domani, a decidere sull’opposizione alla richiesta di archiviazione per Anna Corona presentata da Piera Maggio e Piero Pulizzi, genitori di Denise Pipitone, la bambina scomparsa a Mazara l’1 settembre 2004, quando aveva poco meno di 4 anni.

A chiedere l’archiviazione è stata la Procura di Marsala, che la scorsa primavera ha avviato una nuova indagine sul sequestro. L’opposizione è stata depositata dai legali di parte civile: Giacomo Frazzitta e Piero Marino. La nuova inchiesta ha visto coinvolti Anna Corona, 58 anni, madre di Jessica Pulizzi, sorellastra della piccola scomparsa, processata e assolta in tutti i gradi di giudizio dall’accusa di concorso in sequestro di minore, nonché Giuseppe Della Chiave, 53 anni, e due coniugi romani accusati di false dichiarazioni al pm. Il nome di Giuseppe Della Chiave si legava, invece, alla testimonianza dello zio Battista Della Chiave, il sordomuto che avrebbe detto di aver visto suo nipote su uno scooter con la piccola Denise in braccio. I coniugi romani indagati sono Antonella Allegrini, di 63 anni, e Paolo Erba, di 71.

Per loro l’archiviazione è stata chiesta solo perché, dopo essere stati smascherati dalla Procura di Marsala, hanno confessato di essersi inventati tutto. La donna aveva contattato l’avvocato Frazzitta e gli aveva raccontato di aver visto la bambina, il giorno della sua scomparsa, nell’albergo di Mazara in cui lavorava Corona. L’opposizione alla richiesta di archiviazione è stata presentata soltanto per quest’ultima. Nel frattempo, a fine ottobre, è saltata fuori un’intercettazione dei carabinieri che per la parte civile appare come una confessione da parte di Anna Corona. Lo scorso 25 maggio, parlando con la figlia Alice, Anna Corona dice: “Lo vuoi sapere cu fu tanno? Io cu Giuseppe”.

Parole pronunciate abbassando la voce. Per le parti civili è possibile che si riferisse al sequestro. Il Giuseppe di cui parla la Corona non è stato identificato. La Corona, inoltre, racconta una testimone, avrebbe detto: “A picciriddra morse” (“la bambina è morta”, ndr), aggiungendo: “A Piera le si deve bruciare il cuore”. Sulla base di questi ed altri elementi, le parti civili chiedono la prosecuzione delle indagini preliminari sulla scomparsa di Denise.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.