Depurazione lumaca, si sblocca il primo appalto a Palermo: 1 su 13 al via :ilSicilia.it
Palermo

sbloccato l'impasse

Depurazione lumaca, si sblocca il primo appalto a Palermo: 1 su 13 al via

di
10 Luglio 2018

Un anno di lavori per realizzare a Palermo la rete fognaria a sistema separato nelle vie Ripellino e Carmine, da via Pomara a via Messina Montagne, nella zona che congiunge il capoluogo siciliano con il comune di Villabate. E’ quanto prevede il contratto firmato dal Commissario Straordinario Unico per la Depurazione, Enrico Rolle e dalla ditta affidataria dell’intervento, ricompreso tra quelli necessari alla città di Palermo per superare la procedura d’infrazione sulle acque reflue urbane (causa C-565-10) oggetto della condanna della Corte di Giustizia europea.

Prende il via dunque, con la consegna dei lavori alla EdilauroraStrade s.r.l. , il primo cantiere dei tredici necessari a superare la procedura d’infrazione aperta sulla depurazione nel capoluogo siciliano: l’intervento dovrà consentire, con la posa di collettori fognari, la raccolta degli scarichi delle acque nere con recapito finale nella fognatura dinamica esistente di via Messina Montagne, oltre che la raccolta e la veicolazione delle acque piovane.

La progettazione esecutiva è stata realizzata dal Comune di Palermo, mentre Sogesid, società in house del Ministro dell’Ambiente, è a lavoro nell’intero procedimento per fornire il supporto tecnico e operativo al Commissario Straordinario.

Enrico Rolle
Enrico Rolle

“Nel lungo lavoro che ci attende a Palermo, penso in particolare a opere di grande importanza come il completamento del collettore sud-orientale e l’impianto di depurazione di Acqua dei Corsarispiega il Commissario Rolle – sappiamo di avere nell’amministrazione di Palermo un interlocutore serio e una progettazione in alcuni casi già molto avanzata degli interventi. Quello di oggi – aggiunge – è un passo avanti nella direzione di dotare Palermo, dal centro alle zone periferiche, di un sistema integrato di fognatura, collettamento e depurazione che ci consenta di evitare ulteriori sanzioni europee e, contestualmente, di elevare la qualità ambientale del territorio”.

Il Sindaco Leoluca Orlando e l’Assessore alla riqualificazione urbanistica e urbana Emilio Arcuri, confermano la piena collaborazione con il Commissario Enrico Rolle e i suoi uffici “che si è concretizzata, anche con il co-finanziamento di queste opere, progettate dall’Ufficio Tecnico del Comune, consentendo oggi la consegna dei lavori”.

Intanto prosegue la corsa contro il tempo. Siamo già a quota 3 condanne da parte della Corte di Giustizia Europea: la C565-10 (Procedura 2004-2034) e la C85-13(Procedura 2009-2034) e l’ultima (Procedura 2014-2059). In pratica, i soldi ci sono (delibera CIPE n.60/2012) ma non sono stati spesi: al danno della mancata depurazione è seguita la beffa della multa salatissima dell’Unione Europea.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.