16 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 16.48
Palermo

il terzo caso in poco tempo

Detenuti suicidi al Pagliarelli di Palermo, Apprendi: “Riabilitazione o discarica sociale?”

16 Ottobre 2018

Non si ferma l’ondata di suicidi nelle carceri  italiane. È di ieri la notizia di un giovane trentasettenne, detenuto al carcere Pagliarelli di Palermo , che si è suicidato un giorno dopo il trasferimento in altro reparto.

“Non può  essere un caso che gli ultimi tre suicidi, nel carcere palermitano, avvengono dopo il trasferimento da un reparto ad un altro”, a dirlo è Pino Apprendi, presidente di Antigone Sicilia.

“È possibile che ci sia un buco nel sistema penitenziario anche  rispetto ai trasferimenti interni? Possibile che debbano rivedersi le procedure?Dobbiamo pensare ad un carcere che può riabilitare o ad una discarica sociale?”.

“La parola ‘Costituzione’ vale anche oltre il cancello di un carcere o la facciamo diventare zona ‘franca’? Mi chiedo se sono sufficienti le ore che sono dedicate al supporto psicologico, agli educatori, agli assistenti sociali. A queste domande dovrebbe rispondere il ministro di Grazia e Giustizia”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.