Di Maio a Palermo: in ballo le vertenze dei lavoratori Asu e Cantiere navale :ilSicilia.it
Palermo

Ecco il programma

Di Maio a Palermo: in ballo le vertenze dei lavoratori Asu e Cantiere navale

di
23 Novembre 2018

Fitta agenda di appuntamenti a Palermo per il ministro dello sviluppo economico e del lavoro, Luigi Di Maio, che oggi e domani incontrerà lavoratori e imprenditori per affrontare alcune vertenze storiche e per parlare dei problemi vissuti dalle imprese che operano in un contesto difficile come quello siciliano.

Prima tappa a Corleone dove alle 17.30, prima del comizio in favore del candidato sindaco del M5S, incontrerà i lavoratori del Pastificio Rinascita Corleonese, azienda che gestisce alcuni beni confiscati alla mafia.

lavoratori asuLa vicenda degli Asu è sicuramente una delle più rilevanti, visto il considerevole numero di soggetti coinvolti e la sua lunga durata. Si tratta di circa 5.000 persone che da quasi 20 anni lavorano alle dipendenze di enti pubblici e del privato sociale in condizioni di precarietà, percependo un sussidio mensile di poco superiore ai 500 euro. Di Maio, insieme al leader siciliano del M5S Gian Carlo Cancelleri, ne parlerà nel corso di un incontro privato con una delegazione di sindacalisti dell’Ale Ugl Sicilia composta dai coordinatori regionali Vito Sardo e Mario Mingrino. L’obiettivo è quello della stabilizzazione.

L’altra grande questione è quella del Cantiere navale di Palermo. Un polo produttivo in crisi da decenni a causa del costante e graduale disinvestimento di Fincantieri, l’azienda partecipata dallo Stato Italiano, e della mancata realizzazione di opere e infrastrutture di riqualificazione da parte della Regione. Qui oggi tra i lavoratori diretti e quelli dell’indotto lavorano circa 1.000 persone. Solo qualche anno fa erano 4.000. Gli operai e i sindacati domani alle 11.00 chiederanno al ministro impegni concreti per il rilancio del Cantiere palermitano.

La missione di Di Maio si concluderà nello stabilimento dell’azienda Contorno, storica impresa che opera nel settore delle conserve della tradizione culinaria siciliana, per un incontro con gli imprenditori locali.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin