Di Maio a Termini Imerese striglia l'ex Fiat: "Fca deve fare la sua parte" | video | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

Il futuro dell'ex polo industriale

Di Maio a Termini Imerese striglia l’ex Fiat: “Fca deve fare la sua parte” | video

23 Febbraio 2019

Fca deve fare la sua parte a Termini Imerese, perché è vero che ha deciso di andare via nel 2009 ma si è impegnata a garantire la transizione attraverso Blutec, azienda che è fornitrice di Fiat da tanti anni“. Queste le parole del vice premier Luigi Di Maio, intervenuto nel municipio di Termini Imerese ad un incontro al quale hanno presenziato anche il sindaco Francesco Giunta e il presidente della Regione Nello Musumeci, i primi cittadini del territorio e i sindacati.

Di Maio ha dato rassicurazioni sulla cassa integrazione: “Entro le prossime settimane erogheremo gli ammortizzatori sociali fino a giugno“. Il vicepresidente del Consiglio ha affermato che il “caso Blutec non è solo una vertenza, è una questione di rispetto dello Stato” e ha annunciato che Il 5 marzo si terrà al Mise un tavolo perché “l’azienda deve rispettare gli impegni visto che abbiamo erogato fondi“.

Di Maio è intervenuto anche sulla possibilità che Honda e Nissan arrivino nello stabilimento siciliano: “Datemi il tempo di verificarle: nelle prossime settimane incontrerò soggetti economici che stanno mostrando interesse per l’Italia a causa della Brexit“.

Ma il vicepresidente ha anche toccato argomenti di respiro nazionale, parlando anche del reddito di cittadinanza, sul quale ha annunciato una stretta sui cambi di residenza: “Abbiamo visto che c’erano leggende metropolitane sui cambi di residenza per potere accedere al reddito di cittadinanza – ha detto – Abbiamo stabilito che i cambi di residenza nei tre mesi precedenti non sono validi per evitare che qualcuno ne approfitti. Abbiamo evitato che qualcuno potesse macchiare il programma del reddito di cittadinanza”.

Infine, Di Maio ha allontanato l’ipotesi di crisi di governo: “Non sono d’accordo con la valutazione che fa la Fitch che ci possano essere elezioni anticipate dopo le europee”.

Anche il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ha incontrato i sindaci dell’area Termitana per parlare del rilancio e dello sviluppo industriale. Presente alla riunione, che si é tenuta nel municipio di Termini Imerese, anche l’assessore alle Attività produttive Mimmo Turano. Il Tavolo si riunirà a Palazzo d’Orleans dopo il 5 marzo, data dell’incontro al ministero per lo Sviluppo economico sulla vertenza Blutec.

Sono a Termini Imerese insieme al sindaco, Francesco Giunta, perché come promesso sono venuto a occuparmi della Blutec da vicino.

Pubblicato da Luigi Di Maio su Sabato 23 febbraio 2019

© Riproduzione Riservata
Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.