Di Maio: "Puntiamo su auto elettriche. Ecco come giriamo noi" :ilSicilia.it

La promessa

Di Maio: “Puntiamo su auto elettriche. Ecco come giriamo noi”

di
2 Ottobre 2017

Attraverso la sua pagina Facebook, il leader del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio,  pubblica una foto che lo ritrae insieme al collega Alessandro Di Battista e al candidato pentastellato in Sicilia Giancarlo Cancelleri, spiegando come punteranno sulle auto elettriche:

«Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fca, oggi ha detto che le auto elettriche sono un’arma a doppio taglio. È sconfortante vedere che l’Ad di un grande gruppo automobilistico internazionale preferisce rallentare, quando invece è il momento di spingere l’acceleratore e andare incontro al futuro.

Noi sulla mobilità elettrica ci crediamo eccome, perché significa sostenibilità ambientale e nuovi posti di lavoro nel settore automobilistico e nell’indotto. Da forza che si candida a governare e a cambiare questo Paese ci siamo dati un obiettivo chiaro: un milione di auto elettriche in 5 anni, lo stesso numero a cui punta la Germania entro il 2020. Siamo in buona compagnia, se pensiamo che in Olanda le auto a benzina saranno bandite dal 2025, in India dal 2030, in Svezia una celebre casa automobilistica ha messo al bando dal 2019 la vendita di auto solo diesel o solo benzina.

La produzione di energia per alimentare le auto elettriche in Italia non è un problema: il nostro Paese produce più energia di quella che consuma e secondo il Politecnico di Milano per servire 1 milione di veicoli elettrici è sufficiente un investimento sulle infrastrutture di ricarica di 450 milioni di euro, cioè 450 euro a veicolo elettrico circolante e circa 1 TWh (terawattora) di elettricità che in Italia potrebbe essere prodotta senza problemi da energia rinnovabile. È una scelta di campo tra vecchio e nuovo, tra passato e futuro, tra fossile ed energie pulite. Il MoVimento 5 Stelle ha già scelto da tempo da che parte stare».

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.