Dialogo tra opere d'arte: apre al pubblico la casa studio di Lia Pasqualino Noto | FOTOGALLERY :ilSicilia.it
Palermo

Tra i Collaterals di Manifesta 12

Dialogo tra opere d’arte: apre al pubblico la casa studio di Lia Pasqualino Noto | FOTOGALLERY

di
14 Giugno 2018

PALERMO – Un anno di lavoro per riaprire le porte della casa-studio della pittrice Lia Pasqualino Noto, nata a Palermo nel 1909, pioniera in Sicilia dell’arte come professione per una donna.

Dal 19 giugno all’1 luglio, infatti, grazie al progetto “Signori prego si accomodino” a cura di Geraldine Blais, si potranno visitare le stanze che riportano ancora l’atmosfera dell’epoca con, gelosamente protette, le traccie sui muri dei quadri affissi negli anni.

Lia Pasqualino Noto

Il progetto, giunto a Palermo in occasione di Manifesta 12, terza tappa in Italia, ha l’obiettivo di coniugare passato e presente e, in quest’ottica, un gruppo di artisti internazionali hanno “dialogato” con le opere della pittrice.

Tra questi John Armleder & Morgane Tschiember, Sarah Buckner, Nicolas Deshayes, Patrizio Di Massimo, Anna Franceschini, Gelitin, Chantal Joffe, Sonia Kacem, Athena Papadopoulos, Diego Perrone, Maia Regis, Kiki Smith e i due palermitani Gianluca Concialdi e Francesco Simeti.

Un ulteriore approfondimento sull’artista arriva anche dal testo scritto da Maria Luisa Leto, “Lia Pasqualino Noto” che racconta il complicato percorso che la  pittrice ha dovuto attraversare per affermare la propria attività di “artista donna“, nell’epoca del fascismo e della seconda Guerra Mondiale e, ancora, di come sia cambiata la sua produzione sotto gli insegnamenti del primo maestro Onofrio Tomaselli, durante il percorso in Accademia, fino al passaggio con Pippo Rizzo.

La visita alla casa di Lia Pasqualino Noto voluto dalla curatrice segue quattro percorsi principali: il primo riguarda le opere esposte, di cui alcune inedite; il secondo l’intervento degli artisti internazionali; il terzo riguarda il coinvolgimento dei familiari e degli eredi della Famiglia Pasqualino Noto; l’ultimo la dimensione spaziale originale dell’abitazione.

Il progetto è organizzato da NUOVE//Contemporary Art Production in collaborazione con Elenka, Marsèll, Tasca D’Almerita, con il patrocinio della GAM – Galleria D’Arte Moderna di Palermo, dell’Accademia di Belle Arti di Palermo e del Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino.

Visite solo su prenotazione (dal 19 giugno all’1 luglio, orari 10 – 12 / 17 – 20); informazioni e prenotazioni all’indirizzo liapasqualinonoto@mail.com o al numero + 39 340 3233913.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin