Dietro la stizza di Milazzo la nomina di Savona. Miccichè: "Sono arrabbiature che in politica ci stanno" :ilSicilia.it

le parole del presidente dell'ars

Dietro la stizza di Milazzo la nomina di Savona. Miccichè: “Sono arrabbiature che in politica ci stanno”

di
22 Giugno 2020

L’eurodeputato di Forza Italia Giuseppe Milazzo da Bruxelles manda una nota di fuoco contro i vertici del partito in Sicilia. Mister 75mila voti non avrebbe digerito la nomina del deputato regionale Riccardo Savona qualche giorno fa a responsabile di Forza Milazzo parlamento UeItalia per i rapporti con la Presidenza della Regione.

Una situazione che tira in ballo due dei fedelissimi del commissario regionale di Forza Italia, Gianfranco Miccichè, che al momento della nomina del presidente della commissione Bilancio all’Ars aveva commentato: “l’onorevole Savona saprà svolgere questo compito con la serietà e la professionalità che lo contraddistinguono. Il suo ruolo di presidente della commissione Bilancio gli permetterà di portare avanti un proficuo dialogo con il governo regionale, al fine di affrontare i temi di natura economico-finanziaria e i relativi negoziati tuttora in corso con lo Stato”.

Resta il fatto che sarebbe stata proprio la decisione assunta dal presidente dell’Ars a fare saltare sulla sedia Milazzo, che se ne è uscito con una nota con cui ha fatto sapere che lavorarà per il partito in “solitaria”.

Dal canto suo, Micciché si è trovato preso tra due fuochi e, da coordinatore regionale, si è fatto carico del ruolo di pompiere: “Alcune decisioni non si possono prendere collegialmente, sono ovviamente posizioni che devo prendere in modo autonomo. Quando succedono, queste cose mi preoccupano. Mi dispiacerebbe se questo atteggiamento duri nel tempo. Ma spero che andrà tutto bene e non sarà nulla di grave. Sono quelle arrabbiature che in politica succedono“. Afferma ai microfoni de ilSicilia.it il presidente Miccichè dopo che si è scambiato un paio di messaggi telefonici con l’eurodeputato Milazzo.

Milazzo e Calderone, forza italiaLA POSIZIONE DI CALDERONE

Le dialettiche interne, anche se aspre e schiette, non fanno altro che rafforzare il partito. Giuseppe Milazzo, oltre che un amico è uno dei fiori all’occhiello di Forza Italia, che bene sta facendo al Parlamento europeo. Le discussioni sono il sale di un movimento politico che dura nel tempo come il nostro, perché sinonimo di una pluralità di anime che garantiscono la democrazia. Il partito è sempre disponibile al confronto, lo è sempre stato. Per tale motivo sono certo che riusciremo, anche questa volta, nel chiuso delle stanze, a trovare una quadra che per dinamiche interne a Forza Italia non hanno nulla a che vedere con l’esterno. Nessuno strappo dunque: Giuseppe Milazzo è un verace valore aggiunto all’interno della classe dirigente politica del partito”. Così afferma il Capogruppo di Forza Italia all’Ars, on. Tommaso Calderone a seguito del comunicato stampa odierno dell’eurodeputato Giuseppe Milazzo.

 

LEGGI ANCHE:

Nuove grane per Miccichè, Milazzo: “Ufficio politico Forza Italia inutile, lascio”

© Riproduzione Riservata
Tag:
Balzebù
di Balzebù

La stramberia dello stop alla Ztl notturna a Palermo

E’ possibile che questo sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, non riesca a mettere un freno alle stramberie del suo assessore alla Mobilità, Giusto Catania? Evidentemente, non ha una grande considerazione per i palermitani, proponendo l’abolizione della Ztl nella fascia oraria notturna
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Il senso del rossetto

Mi ostino a truccare le mie labbra con il rossetto, anche se in pochi lo vedranno. Si tratta di un atto di ribellione al clima che viviamo e a quella me stessa che, durante il lockdown, indossava sempre gli stessi vestiti ed era arrivata al fondo della sua sciatteria? Ebbene, eravamo solo agli inizi
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.